* INFORM *

INFORM - N. 114 - 15 giugno 2003

Inaugurata la nuova sede ufficiale della "Dante" di Gold Coast (Australia)

I locali dell’Italo Australian Club adibiti per i corsi di lingua italiana e per la biblioteca del Comitato australiano.

ROMA - Finalmente anche il Comitato della "Dante Alighieri" di Gold Coast ha una propria sede ufficiale, adeguata allo svolgimento dei corsi di lingua italiana e delle principali manifestazioni culturali. I locali sono quelli del rinnovato "Italo Australian Club", la cui stretta collaborazione con la "Dante" locale costituisce un fondamentale punto di riferimento per l’intera comunità italiana residente in Australia.

Alla cerimonia di inaugurazione erano presenti circa 100 persone, tra cui il Console d’Italia, dott. Vincenzo Ercole, il Direttore Didattico, dott. Stefano Mari, ed i Presidenti dei Comitati di Gold Coast e Brisbane, rispettivamente la sig.ra Giovanna Santomauro e la prof.ssa Maurizia Turco. Per l’occasione alcuni artisti locali hanno donato alla sede due opere dantesche: un ritratto di Vanna Bertoldini Fry ed un basso rilievo di Paolo Piccolini.

Il Console Ercole ha sottolineato l’importanza dell’intesa tra la "Dante" e l’Italo Australian Club, che ha definito le istituzioni italiane più significative nella Gold Coast, congratulandosi con il Comitato per l’efficienza, la dinamicità e l’autonomia, anche finanziaria.

"Le autorità consolari e diplomatiche - ha poi spiegato la Presidente Santomauro - vedono con grande favore la nostra presenza nell’Italo Australian Club per mantenere all’Associazione un carattere autenticamente italiano. La Gold Coast è in continua espansione ed è di fatto la località australiana con il maggiore incremento di popolazione stabilmente residente e di turismo. La percentuale di esercizi commerciali che sfruttano il ‘Made in Italy’ è molto considerevole: si contano oltre 100 tra ristoranti e bar italiani, ed il Palazzo Versace è diventato una delle principali attrazioni della zona. Senza esagerare posso affermare che una gran parte di questo sensazionale sviluppo si deve proprio alla presenza della Società Dante Alighieri". (Inform)


Vai a: