* INFORM *

INFORM - N. 114 - 15 giugno 2003

Referendum - Tremaglia a Fiumicino "accoglie" i voti del Sud America

"Non potevo mancare questo evento, è come ringraziare e salutare tutti i connazionali che hanno dato, con questa partecipazione che sfiora il 25%, una grande prova di attaccamento all’Italia"

ROMA - Il Ministro per gli Italiani nel mondo Mirko Tremaglia si è recato il 15 mattina all’aeroporto di Fiumicino per "accogliere" le migliaia di schede votate dai nostri connazionali residenti in Sud America. Il Ministro, uscito appositamente dalla clinica ove era ricoverato, ai microfoni di Rai International, che ha ringraziato per il lavoro svolto, ha detto: "Non potevo mancare questo evento storico. Sono venuto qui per salutare tutte queste schede. E’ come salutare tutti i nostri connazionali e ringraziarli per questa ulteriore, grande, significativa prova che hanno dato di amore verso l’Italia". Grande soddisfazione e commozione del Ministro che si è detto, dopo aver visto gli enormi plichi imballali contenenti i "messaggi d’amore per l’Italia" inviati dagli Italiani in Sud America "perfettamente guarito".

Pur tra numerose difficoltà, la percentuale dei votanti all’estero, circa il 25%, rappresenta una significativa testimonianza dell’interesse e della volontà dei connazionali nel mondo di partecipare attivamente alla vita politica del Paese, e di dimostrare e ricordare, con questa partecipazione, di aver raggiunto gli stessi diritti degli italiani in Patria. Ad accompagnare i voti del Sud America, il Vice Console di Buenos Aires, Piermario Daccò e Rinaldo Lasalandra del Consolato di San Paolo.

Le prime schede degli elettori italiani all’estero erano arrivate alle ore 6,16 del 13 giugno, con un volo proveniente da Riyadh. Ad accompagnare la valigia diplomatica, il funzionario dell’Ambasciata d’Italia in Arabia Saudita Ciro Perna, ricevuto dal Capo Dipartimento dottoressa Patrizia Walton. A nome del Ministro, la dottoressa Walton ha ringraziato il funzionario che trasportava i voti raccolti presso il Consolato generale di Gedda e la bolgetta diplomatica di Riyadh e sottolineato l’importanza storica dell’evento.

Tutte le schede provenienti dall’estero sono state prese in consegna dai responsabili dell’Ufficio centrale per la Circoscrizione Estero della Corte d’Appello, presieduto dal dr. Fancelli, per essere poi portate presso il Centro Polifunzionale della Protezione Civile di Castelnuovo di Porto dove, in contemporanea con le schede votate in Italia, si svolgeranno le operazioni di spoglio. L’ultimo aereo con le schede votate dai connazionali all’estero arriva alle ore 6,35 del 16 giugno, proveniente da Wellington in Nuova Zelanda. (Inform)


Vai a: