* INFORM *

INFORM - N. 108 - 5 giugno 2003

In scena la "Serenata italiana" alla "Dante" di Harare (Zimbabwe). Prosegue l’attività del Comitato nonostante le difficoltà economiche

ROMA - Malgrado la precaria situazione economica dello Zimbabwe, la "Dante" di Harare, con l’assistenza preziosa dell’Ambasciatore Giuseppe Marchini Carmia, ha offerto ai propri soci un concerto intitolato "Serenata Italiana", svoltosi nella suggestiva atmosfera del Collegio San Giorgio e arricchito dalla degustazione di specialità gastronomiche proprie del nostro Paese.

La manifestazione ha compreso musiche di Puccini e Verdi eseguite magistralmente al pianoforte dal Maestro Louis Maritz, ed è stata conclusa con il "Magnificat" di Pergolesi cantato dal coro del Comitato.

Il grande successo riscontrato per le serate di musica italiana rappresenta la testimonianza dell’apprezzamento dell’intero continente africano nei confronti del patrimonio culturale italiano. In Africa, infatti, operano diverse sedi della "Dante Alighieri" in Costa d’Avorio, in Egitto, in Ghana, in Marocco, in Nigeria, in Sudafrica, in Tunisia e, appunto, nello Zimbabwe. (Inform)


Vai a: