* INFORM *

INFORM - N. 108 - 5 giugno 2003

Gli italiani all’estero stanno già votando. Tremaglia: "in tutto il mondo è cominciata questa grande sfida"

ROMA – E’ partito il voto all’estero. Fino al 12 giugno gli italiani residenti all’estero possono votare per la prima volta dall’entrata in vigore della riforma costituzionale. L’occasione è data evidentemente dai referendum per i quali gli italiani residenti in Italia voteranno domenica 15 e lunedì 16 giugno.

"Un avvenimento straordinario. In tutto il mondo comincia questa grande sfida", afferma il Ministro per gli Italiani nel mondo Mirko Tremaglia ai microfoni di Radio Radicale-.

Si tratta - aggiunge Tremaglia - di "una grande conquista di cui sono orgoglioso e fiero. Un appuntamento storico. Si comincia da oggi fino al 12 perché poi ci sarà tutta una serie di adempimenti in modo tale che lo scrutinio a Roma cominci esattamente nello stesso momento in cui viene fatto in Italia''.

A Buenos Aires - ha riferito a Tremaglia il Console generale d’Italia - ci sono stati episodi di commozione al momento del voto. In tutto gli italiani aventi diritto al voto sono quasi due milioni e mezzo. Tremaglia dal canto suo ripete agli italiani all’estero, anche se non interessati direttamente ai referendum: "votate come volete ma votate". (Inform)


Vai a: