* INFORM *

INFORM - N. 107 - 4 giugno 2003

Convocato alla Farnesina l’Ambasciatore di Birmania: chiesta la liberazione del Premio Nobel per la pace Aung Sang Suu Ky

ROMA - L’Ambasciatore del Myanmar (Birmania) in Italia, U Khin Maung Aye, è stato convocato oggi al Ministero degli Affari Esteri. Al rappresentante del Governo di Yangon è stata espressa la forte e formale condanna per la detenzione di Aung San Suu Ky, premio Nobel per la pace, e per la repressione di cui è stato oggetto il Partito NLD da lei diretto, nonché per la chiusura delle università. Al diplomatico birmano è stato illustrato come queste misure siano del tutto incompatibili con i valori di libertà e democrazia e sollevino quindi una forte riprovazione presso le autorità e l’opinione pubblica italiane. Al rappresentante di Yangon è stata pertanto chiesta l’immediata liberazione di Aung Sang Suu Ky e dei membri del suo partito. (Inform)


Vai a: