* INFORM *

INFORM - N. 107 - 4 giugno 2003

Gianni Pittella (Ds): appello alle comunità italiane all’estero perché partecipino ai referendum del 15 giugno

ROMA - Il voto per corrispondenza dei cittadini italiani residenti all'estero in occasione dei prossimi referendum nel mese di giugno 2003 è di grande importanza, perché sarà la prima scadenza elettorale nella quale, per i nostri connazionali non sarà necessario rientrare in Italia per esercitare un diritto fondamentale.

Dispiace - dichiara al riguardo il responsabile dei Ds per gli Italiani all’estero, l’eurodeputato Gianni Pittella - che questa novità positiva, frutto delle riforme costituzionali approvate nella scorsa legislatura, da quasi tutto il Parlamento con il Centro-Sinistra al Governo, debba essere sperimentata su quesiti referendari che, per quanto riguarda i Ds, sono quesiti importanti, ma non risolvibili con lo strumento del Referendum bensì con iniziative legislative appropriate.

Ciò nondimeno noi rivolgiamo un appello alla comunità italiana perché partecipi al voto .Non vorremmo infatti - conclude Pittella - che la carenza di informazione che si è registrata, le più volte denunciate anomalie negli elenchi degli aventi di diritto, e la distanza dai temi sottoposti a referendum, possa determinare una così bassa percentuale di votanti da depotenziare, alla prima occasione, un istituto, quello del voto per corrispondenza, che rappresenta invece una grande conquista. (Inform)


Vai a: