* INFORM *

INFORM - N. 106 - 3 giugno 2003

A Nizza una nuova sede dell’Ital-Uil

NIZZA – L’Ital-Uil ha inaugurato una sua nuova sede a Nizza con una simpatica cerimonia alla quale sono intervenuti il Console Generale d’Italia, Ministro Domenico Vecchioni, il Vice Prefetto delle Alpi Marittime, Dott. Frederic Mac Kaine, la signora Eliane Slama in rappresentanza del Sindaco di Nizza e responsabile per le politiche transfrontaliere, il presidente del Comites di Nizza Giovanni Caridi e numerosi rappresentanti della comunità italiana della Costa Azzurra. Per l’Ital-Uil e la Uil erano, invece, presenti il presidente nazionale del patronato Giampiero Bonifazi, il vice presidente Mario Castellengo e Dino Nardi responsabile dell’Ital-Uil Francia nonché presidente della Commissione sociale del CGIE, i segretari della Uil di Cuneo, Imperia e della Regione Liguria, oltre a diversi operatori del patronato.

Il presidente nazionale dell’Ital-Uil, Giampiero Bonifazi, nel suo saluto ha sottolineato l’impegno profuso dall’organizzazione nel tutelare i lavoratori italiani e le loro famiglie sia in Italia che nel mondo, ricordando che l’Ital-Uil è presente in Italia con 1250 uffici (regionali, provinciali, zonali e recapiti) ed all’estero con 279 sedi in ben 17 Paesi (America del Nord, America Latina, Australia, Europa, Sud Africa). Mentre in Francia è presente da oltre quaranta anni e con i suoi uffici è un punto di riferimento per assistere e tutelare non solo gli emigrati italiani qui residenti ma anche le migliaia di ex emigrati italiani che, dopo aver lavorato in questo Paese, si sono poi trasferiti altrove, oppure sono rientrati in Italia e devono comunque far valere dei diritti previdenziali nei confronti degli enti assicurativi francesi. Da parte sua, il responsabile dell’Ital-Uil Francia, Dino Nardi, ha motivato l’apertura di una nuova sede del patronato anche a Nizza allo scopo di ampliare la tutela e l’assistenza ai cittadini italiani che, nella sola circoscrizione consolare del Consolato Generale di Nizza ammontano a circa 29'000 persone, ma anche alle migliaia di lavoratori italiani frontalieri che ogni giorno si spostano dalla Liguria e dalla provincia di Cuneo per venire a lavorare in Francia e nel Principato di Monaco.

La nuova sede dell’Ital-Uil di Nizza (2, Tzarewich - Tel.Fax 04 93444507; E-mail ital-uil.nice@wanadoo.fr), già operativa, è diretta dall’avvocato Lorenzo Carboni. (Inform)


Vai a: