* INFORM *

INFORM - N. 104 - 30 maggio 2003

Carlo Consiglio (CGIE Canada) sulla riforma dei Comites: "a quanto si dice…."

TORONTO - A quanto si dice, alla Camera dei Deputati, durante la discussione della proposta di legge sulla riforma dei COMITES il gruppo dei DS si sarebbe opposto ad una procedura privilegiata per l'approvazione del provvedimento stesso.

La conseguenza di tale atteggiamento sarà che mancheranno i tempi tecnici per consentirci di rinnovare i COMITES con la nuova legge e di conseguenza con il nuovo sistema elettorale.

Perché tale comportamento?

Perché i DS attuano la politica della doppia velocità, circostanza questa che ripetono in ogni occasione contro il Governo.

Perché durante le riunioni del Consiglio Generale e durante le oramai frequentissime visite alle comunità nel mondo sostengono una cosa e poi al momento in cui bisogna agire e far si che le parole diventino fatti, si creano difficoltà.

Ai DS stanno veramente a cuore gli interessi delle comunità e le fortune dei suoi organismi rappresentativi o si guarda solo agli interessi di bottega? E' posibile, nell'interesse degli italiani del mondo, continuare la politica delle intese che tanti risultati ha prodotto?

Speriamo che il buon senso prevalga. (Carlo Consiglio,CGIE Canada)

Inform


Vai a: