* INFORM *

INFORM - N. 94 - 16 maggio 2003

Emiliano-Romagnoli nel Mondo

"Boomerang", parte la sesta edizione degli stages per i giovani corregionali residenti all´estero

BOLOGNA - E’ in fase d’avvio la sesta edizione del programma Boomerang, proposto dalla Consulta emigrazione dell’Emilia-Romagna con la collaborazione del CIDES (Centro Internazionale dell’Economia Sociale). I ragazzi di origine emiliano-romagnola residenti all’estero che parteciperanno agli stages presso aziende della nostra regione, avranno l’opportunità di trascorrere due mesi ricchi di impegni e di incontri dove l’accrescimento professionale si intreccia con l’avvicinamento alle proprie origini e alla storia dei propri padri. Il programma 2003 si sviluppa in due edizioni. Quella della primavera-estate (dalla fine di maggio alla fine di luglio) è suddivisa in tre progetti monotematici: Reporter, Vulcano, Ulisse.

Reporter è realizzato grazie all’Ufficio Stampa e Informazione della Giunta regionale. I partecipanti avranno l’opportunità di imparare a lavorare nel mondo di Internet e di entrare a far parte del gruppo di redattori che già collabora al sito dei giovani emiliano-romagnoli nel mondo. Vulcano è un corso monosettoriale dedicato a chi ha competenze nel campo della meccanica, in particolare nelle attività di montaggio, tornitura, fresatura e saldatura. Ulisse, invece, prevede un’esperienza di stage in aziende della regione per diverse tipologie lavorative e professionali. L’edizione dell’autunno-inverno (dalla fine di ottobre alla fine di dicembre) sarà dedicata ad una seconda fase dei progetti Vulcano e Ulisse.

I giovani che prenderanno parte allo stage dovranno partecipare operativamente alle attività che si svolgeranno in azienda e saranno supportati da un tutor del programma che li seguirà durante tutto il percorso. A completamento della formazione, sono previste lezioni di italiano e tre giornate di turismo conoscitivo per avvicinare i giovani partecipanti alla realtà economica, sociale e culturale emiliano-romagnola. Il vitto, l’alloggio, i trasporti, l’assicurazione sono a carico della Regione, del CIDES e dell’azienda ospitante. Ai partecipanti è richiesto un contributo di adesione pari a 100 euro.

Proporre la propria candidatura è semplice: basta inviare il Curriculum Vitae in italiano alla Consulta emigrazione o al CIDES, unitamente a una dichiarazione che attesti le origini emiliano-romagnole. Bisogna specificare inoltre la propria esatta qualifica, la conoscenza della lingua italiana e in quale settore si preferisce fare lo stage. Il nominativo verrà inserito nella banca dati della Regione e selezionato non appena un’azienda richieda un profilo professionale equivalente.

Per ulteriori chiarimenti o per inviare le domande di adesione: Regione Emilia Romagna - Katia Guizzardi tel. (0039) 051 6395129 - fax (0039) 051 6395234 e-mail: kguizzardi@regione.emilia-romagna.it. Oppure: CIDES - Francesca Franco, Valeria Engroba tel. (0039) 051 552876 - fax (0039) 051 555421 e-mail cidesbo@tin.it. (Inform)


Vai a: