* INFORM *

INFORM - N. 93 - 15 maggio 2003

Le Associazioni dei Marchigiani in Europa s’incontrano a Bruxelles

Costituzione europea, organismi di rappresentanza, voto gli argomenti trattati

ANCONA - Sabato 17 maggio si terrà a Bruxelles un Convegno sull’emigrazione, al quale parteciperanno le rappresentanze delle Associazioni dei marchigiani in Europa. In Europa sono presenti una ventina di associazioni, in alcuni casi raccolte in Federazioni.

I lavori occuperanno l’intera giornata e il dibattito sarà preceduto da due relazioni. La prima, sui problemi istituzionali che interessano il settore, come le riforme degli organismi di rappresentanza, locale, con i COMITES, in ogni paese di residenza e in ogni circoscrizione consolare e, a livello centrale con i CGIE (Consiglio generale italiani all’estero), oltre ai problemi inerenti il voto all’estero, relazione che sarà svolta dalla prof. Elisabetta di Costanzo, ricercatrice presso l’Università di Berlino e componente del CGIE.

L’altra relazione, del prof. Giancarlo Vilella, docente universitario e consulente parlamentare, si occuperà della Costituzione europea, evento che avrà ripercussioni anche sullo status di emigrante all’interno dell’Europa.

L’emigrazione dei marchigiani in Europa interessa in maniera rilevante il secondo dopoguerra, periodo in cui i flussi migratori abbandonano le mete oltre oceano che erano state, fino a quel momento, privilegiate, con particolare riferimento all’Argentina. (e.r.-Inform)


Vai a: