* INFORM *

INFORM - N. 87 - 7 maggio 2003

Nuove iniziative di cooperazione del Trentino a favore dei tibetani

TRENTO - Continua l'impegno del Trentino per la causa tibetana, concretizzatosi due anni fa nella visita del Dalai Lama, ma anche in tutta una serie di progetti di solidarietà e cooperazione allo sviluppo sostenuti dalla Provincia autonoma di Trento e portati avanti assieme al mondo del volontariato. Il 7 maggio il vicepresidente della Provincia di Trento Roberto Pinter ha incontrato a Bolzano il primo ministro del governo tibetano in esilio, Samdhong Rimpoche, in visita in Italia assieme all'ambasciatore del Tibet a Ginevra Chhime Chhoekyapa per una serie di incontri ufficiali che hanno interessato anche la Provincia autonoma di Bolzano e l'Accademia europea. Il premier Samdhong Rimpoche è il primo ad essere stato eletto direttamente dai 135 mila tibetani che vivono in esilio sparsi per il mondo, soprattutto in India, ma anche in vari paesi europei tra cui la Svizzera. Pinter, dopo avere sottolineato l'importanza per il Trentino della visita del Dalai Lama - leader al tempo stesso spirituale e politico, il quale com'è noto ha abbandonato la sua terra nel 1959 dopo l'invasione del Tibet da parte delle truppe cinesi e la successiva repressione di moti indipendentisti - ha ribadito la volontà della Provincia autonoma di Trento di continuare a manifestare la propria solidarietà nei confronti dei tibetani.

Fra le iniziative in corso di realizzazione, un progetto comprendente la costruzione di una scuola e di una casa per anziani nell'Arunachal Pradesh, regione indiana dove vivono numerosi profughi tibetani, e la partnership sviluppata con il monastero di Tabo, nell'Imachal Pradesh (anche grazie ad un gemellaggio sviluppato fra una scuola locale ed una scuola trentina, quella di Bieno e Tenna). Il governo tibetano ha però recentemente avanzato una nuova proposta relativa alla realizzazione di una casa per anziani nel sud dell'India, nello Stato del Karnataka, che dovrebbe dare asilo ad oltre cento persone. L'incontro si è concluso con l'impegno delle autorità tibetane a far pervenire al più presto alla Provincia autonoma di Trento un progetto esecutivo per la realizzazione della casa per anziani nel Karnataka. Il primo ministro tibetano ha inoltre rinnovato alle autorità provinciali l'invito a ricambiare la visita del Dalai Lama recandosi a Dharamsala, la sede del governo tibetano in esilio. (M.P.-Inform)


Vai a: