* INFORM *

INFORM - N. 87 - 7 maggio 2003

Conclusa la visita dei DS in Argentina

BUENOS AIRES - Una delegazione dei Democratici di Sinistra, guidata da Fabrizio Morri, della Segreteria nazionale, e della quale fanno parte l'on. Gianni Pittella responsabile Ds per gli italiani all'estero e Donato Di Santo responsabile per l'America Latina, ha concluso la propria permanenza in Argentina. Al centro degli incontri la situazione della collettività italiana e l'impegno dei Ds a favore del superamento della crisi economica e sociale del paese amico. Numerose le occasioni di dialogo con le rappresentanze italiane: a Buenos Aires, in una assemblea pubblica ed in diversi incontri istituzionali, a Rosario, dove si è recato Fabrizio Morri, e a Mar del Plata, dove è stato Gianni Pittella.

A conclusione della visita - è detto in un comunicato - il bilancio è ampiamente positivo. In particolare Fabrizio Morri ha dichiarato "Ho riscontrato una viva attenzione, in tutti i nostri interlocutori, alle posizioni e alle proposte dei DS sia per quanto attiene alla vita delle nostre comunità, sia per quanto riguarda le relazioni politico-culturali con realtà argentine. I DS traggono da questa visita nuovo impulso per allargare e intensificare il proprio impegno verso questo importante paese; non mancherà un rafforzamento della nostra azione verso il governo italiano e verso l'Unione europea con lo scopo di aiutare l'Argentina ad uscire dalla crisi, e atti concreti a partire dalla definizione dell'accordo di associazione tra l'unione europea e il Mercosur".

L'europarlamentare Gianni Pittella, a sua volta, ha denunciato che "la comunità italiana é stanca di annunci e persino infastidita dalla retorica del governo italiano, a cui non seguono atti concreti. Solo segnali immediati e tangibili in campo previdenziale, assistenziale, imprenditoriale e scientifico-culturale possono invertire la tendenza alla sfiducia". "Noi, ha proseguito Pittella, impegneremo i gruppi parlamentari perché tali risposte siano date. Quanto al voto per corrispondenza, c'è un doppio rischio che va scongiurato: quello che le urne vengano disertate per disinteresse, e quello che l'esito del voto sia falsato da operazioni truffaldine. Anche su questo, ha concluso Pittella, presenteremo le nostre proposte".

L'occasione della permanenza in Argentina ha permesso anche di valutare l'andamento della campagna di solidarietà "Ninos" che i Ds stanno portando avanti da quattro mesi, a favore dei bambini argentini con problemi di denutrizione, sostenendo 26 mense popolari dove mangiano i bambini poveri. Sono già stati raccolti circa 250.000 euro che garantiranno l'aiuto a circa 3.500 bambini fino alla fine dell'anno.

Sul piano politico si sono avuti molti incontri significativi, in particolare vanno segnalati: quello con il leader del sindacato Cta, Victor de Gennaro, e quello con il Sindaco di Rosario, Hermes Binner. Fabrizio Morri ha espresso a Binner l'auspicio che, dopo i successi ottenuti nel ruolo di Sindaco e testimoniati dal sostegno popolare di cui gode, possa mettere a disposizioni di tutta l'importante Provincia di Santa Fé, le sue grandi doti politiche ed umane. Morri si è anche detto certo che, nel prossimo ballottaggio elettorale, il popolo argentino saprà scegliere a favore del rilancio del paese, all'interno del Mercosur e nei rapporti con l'Europa, e che non si farà incantare dai miraggi di un passato che non deve tornare. (Inform)


Vai a: