* INFORM *

INFORM - N. 85 - 5 maggio 2003

Zanon sull’operazione "SOS Argentina": "Raccolti 200 mila euro. Grande prova di solidarietà e mobilitazione del Veneto"

PADOVA - "Un Veneto generoso e solidale. La popolazione e le istituzioni venete hanno fatto e continuano a fare egregiamente la loro parte per aiutare in modo concreto la comunità veneta che vive in Argentina e che è, ancora, stretta nella morsa della crisi economica e sociale". Con questa affermazione l'Assessore regionale ai flussi migratori Raffaele Zanon ha fornito il 3 maggio a Civitas, nel corso del workshop organizzato dalla Regione sul tema "Identità e nuove frontiere dei Veneti nel Mondo", i dati riassuntivi della campagna di aiuti partita nei mesi scorsi e chiamata "SOS Argentina: dal Veneto, un aiuto concreto", promossa dalla Regione Veneto e dalla Confederazione Giovanile dei Veneti nel Mondo, a favore dei veneti e degli italiani che vivono nel paese sudamericano.

La campagna non è del tutto conclusa perché devono ancora pervenire donazioni e contributi già deliberati da enti locali. Tuttavia, l'Assessore ha informato che, al momento, sono stati raccolti ben 200 mila euro di contributi in denaro che saranno destinati all'acquisto di medicinali e al sostegno di strutture assistenziali operanti nella Grande Buenos Aires o in altre regioni argentine; sono stati raccolti 11 mila chilogrammi in generi di prima necessità, 4 mila chilogrammi di pasta, 100 tonnellate di fiocchi di patate che saranno inviati alla Caritas, ai Patronati italiani, agli enti che gestiscono le mense.

Zanon ha annunciato inoltre che si costituirà, a breve, un comitato della Confederazione Giovanile dei Veneti nel Mondo (che ha ringraziato per l'impegno profuso e per la capacità operativa dimostrata) che vigilerà sull'arrivo degli aiuti, sul loro stoccaggio e distribuzione in loco. Inoltre ha aggiunto che la Croce Rossa, sede del Veneto, ha raccolto 2 quintali di farmaci che saranno inviati agli ospedali italiani e 7 mila euro che saranno destinati all'acquisto di altri medicinali. "A questo soddisfacente quadro di mobilitazione solidale per i veneti d'Argentina - ha spiegato - vanno aggiunti i 250 mila euro che saranno assegnati dal fondo delle Regioni italiane per gli aiuti all'Argentina e che, per diretto interessamento del Ministro Tremaglia, saranno destinati all'Unicef per realizzare interventi di pronta assistenza sanitaria pediatrica ai bambini della Grande Buenos Aires e del Tucuman, la regione argentina con il più alto tasso di mortalità infantile".

A completamento del quadro d'interventi attuato dal governo veneto in questo settore, Zanon ha citato l'approvazione della legge regionale n. 9 del 2002 sui Veneti nel mondo e sul rientro degli emigrati e l'arrivo nel territorio regionale di oltre 200 giovani oriundi veneto-argentini che ora vivono e lavorano in diversi comuni del trevigiano, del veronese, del vicentino e di altre zone venete. Al workshop regionale ha preso parte anche, tra gli altri, il Presidente della terza commissione regionale. (Inform)


Vai a: