* INFORM *

INFORM - N. 74- 17 aprile 2003

Gli Stati generali dei Giovani Toscani di tutto il mondo

A Viareggio e Marina di Carrara quasi cento delegati da 12 Paesi. Tre giorni di confronto sui temi della formazione, della lingua, dell’interculturalità, dei diritti

FIRENZE - Tornano ad incontrarsi, tutti insieme, dopo tre anni. Vengono da ogni parte del mondo, dal Nord e dal Sud America, dall’Australia, dal Sud Africa, dall’Europa. Li unisce la comune origine toscana, ma anche l’esperienza di giovani alle prese con i problemi globali del terzo millennio. E sono la prima generazione che, dopo l’approvazione della legge sul diritto di voto per gli italiani all’estero, sarà chiamata anche a partecipare alla vita politica del Paese da cui, molti decenni fa, partirono i loro nonni e bisnonni.

Sono i quasi cento ragazze e ragazzi che saranno protagonisti della II Conferenza mondiale dei giovani toscani, che si svolgerà il 24 e 25 aprile a Viareggio e il 26 a Marina di Carrara. Giungono a questo appuntamento dopo un lungo lavoro preparatorio di discussione che si è snodato attraverso le quattro preconferenze di New Orleans, per il Nord America, Perth, per l’Australia e il Sud Africa, Glasgow, per l’Europa, e La Plata, per il Sud America. Nella Conferenza il dibattito si arricchirà attraverso il confronto con i loro coetanei che vivono in Toscana - saranno infatti presenti delegazioni di giovani provenienti dai comuni della regione - e grazie ai contributi e alle testimonianze di personalità di spicco del panorama culturale, sociale, religioso. I temi all’ordine del giorno saranno quelli della lingua e dell’identità culturale, della formazione e del lavoro, dell’ambiente, della comunicazione, dell’interculturalità e dei diritti.

"Questa seconda Conferenza - spiega l’assessore regionale alla cultura e ai rapporti con le comunità toscana all’estero, Mariella Zoppi - rappresenta il traguardo del grande lavoro che abbiamo compiuto dopo il primo incontro mondiale di Montecatini, nel 2000. Con i corsi di lingua, con le borse di studio di formazione professionale Mario Olla, con i master post-universitari, è cresciuta sempre di più, in questi anni, l’attenzione della Regione nei confronti dei giovani. E con essa è cresciuta la rete delle associazioni giovanili, ma soprattutto si è consolidata una trama di rapporti e relazioni la cui misura è data dalle centinaia di ragazze e ragazzi – oltre 120 lo scorso anno - che partecipano alle nostre iniziative. Quella delle comunità toscane all’estero - conclude l’assessore - è insomma una realtà forte della sua memoria e della consapevolezza delle sue radici ma anche sempre più proiettata verso il futuro".

Le due giornate di Viareggio si svolgeranno presso la Sala Puccini del Centro Congressi Principe di Piemonte, mentre sede dalla giornata conclusiva sarà la Sala convegni del Centro fieristico internazionale di Marina di Carrara. (af-Inform)


Vai a: