* INFORM *

INFORM - N. 72 - 15 aprile 2003

Diplomazia - Paolo Bruni rappresentante dell’Italia presso le Nazioni Unite a Ginevra

ROMA - E’ l’Ambasciatore Paolo Bruni il nuovo Rappresentante Permanente d’Italia presso le Nazioni Unite a Ginevra. La sua nomina è stata recentemente deliberata dal Consiglio dei Ministri.

Nato a Napoli il 23 gennaio 1941, Paolo Bruni si laurea in giurisprudenza presso l’Università di Napoli nel 1965 ed entra in carriera diplomatica nel 1967. Tra gli incarichi ricoperti nel corso della carriera, dopo aver prestato servizio presso la Direzione Generale del personale, nel 1969 è Vice Console ad Hong Kong. Nel 1972 è nominato Primo segretario alla Rappresentanza permanente d’Italia presso l’Ufficio delle Nazioni Unite per il disarmo a Ginevra e nel 1975 Consigliere a Rabat. Rientrato al Ministero nel 1977, presta servizio presso la Direzione generale della cooperazione culturale scientifica e tecnica.

Dal 1979 al 1983 è Consigliere presso la Rappresentanza Permanente d’Italia presso le Nazioni Unite in New York. Viene quindi nominato Console generale a Rio de Janeiro. Nel 1987 rientra al Ministero alla Direzione generale per gli affari economici. Nel 1990 è nominato Ambasciatore a Caracas. Dal 1993 è al Ministero alla direzione generale per gli affari politici e l’anno successivo è incaricato di organizzare la presidenza italiana della Conferenza per la Sicurezza e la Cooperazione Europea (CSCE). Nel 1995 diventa Direttore generale della cooperazione allo sviluppo.

Dal 1998 è Ambasciatore a Pechino e nel 2000 è accreditato come Ambasciatore anche a Pyongyang. Nello stesso anno è nominato Ambasciatore di grado. (Inform)


Vai a: