* INFORM *

INFORM - N. 66 - 4 aprile 2003

Ciampi: "Esprimiamo il fervido auspicio che la guerra in corso nell'Iraq abbia al più presto fine"

ALESSANDRIA - "Il nostro pensiero dolente va alla popolazione civile, a cui è urgente recare aiuto". Lo ha detto il Presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi, in visita IL 4 aprile alla città di Alessandria, partecipando all'incontro con le autorità locali nel Teatro Comunale.

"Già da ora - ha continuato Ciampi - dobbiamo porci il problema di come la comunità internazionale, attraverso l'ONU, possa assumere la responsabilità della rinascita di un Iraq democratico, e di una pacificazione dell'intero Medio Oriente. Non dimentichiamo mai che alla fonte di questo problema c'è il conflitto Mediorientale che non siamo stati capaci di condurre verso una soluzione pacifica. E la soluzione si avrà quando verrà riconosciuto il diritto alla sicurezza di Israele e anche il diritto all'esistenza di uno Stato palestinese".

Il Presidente della Repubblica, dopo aver sottolineato che "in questo momento si affaccia alla nostra mente il ricordo dell'esperienza diretta che noi abbiamo fatto nella nostra vita, di quel che vuol dire una guerra" ha così proseguito: "Le Comunità Europee e l'Alleanza Atlantica ci hanno garantito l'una e l'altra, e oggi l'Unione Europea è un esempio per il mondo intero di civile convivenza tra le nazioni. Ma non dimentichiamo che la guerra ha infierito appena pochi anni fa nella penisola balcanica, e che in quella regione europea con noi confinante, come nel lontano Afghanistan, sono dislocati migliaia dei nostri soldati, col compito di garantire la pace. Noi proponiamo questo modello d'intervento, disposto dalle organizzazioni internazionali, come esemplare; esprimendo il fervido auspicio che la guerra in corso nell'Iraq abbia al più presto fine". (Inform)


Vai a: