* INFORM *

INFORM - N. 63 - 1 aprile 2003

Regione Toscana e Vescovi, impegno comune per la pace

FIRENZE - Il presidente della Regione Toscana Claudio Martini, accompagnato dal vice presidente Angelo Passaleva, ha incontrato i Vescovi della Toscana riuniti nella loro periodica assemblea all’eremo di Lecceto. Nel corso dell’incontro è stata espressa la comune partecipazione al dramma che si sta vivendo con la guerra in Iraq e le sue conseguenze disumane sulla popolazione civile. Martini ed i Vescovi hanno ribadito la ferma opposizione a questa guerra e ad ogni forma di violenza, dalla dittatura al terrorismo. Martini e i Vescovi invitano tutta la comunità toscana a mantenere alto l’impegno per la pace in continuità con i loro interventi e con la passione manifestata dalla popolazione toscana in queste settimane.

La Regione e le Chiese della Toscana fanno appello a tutta la comunità regionale a trasformare questi sentimenti in concreti interventi di emergenza e progetti di solidarietà in favore delle popolazioni vittime della guerra. Si impegnano a favorire il più ampio sostegno alla Chiesa cattolica caldea, attraverso la Caritas locale, e alle altre organizzazioni umanitarie operanti nel paese (Medici senza frontiere, Emergency, eccetera).

Martini ed i Vescovi, nel timore del protrarsi della guerra, chiedono che l’Italia, in sintonia con il resto dell’Europa, adotti misure di solidarietà e accoglienza verso i profughi. L’attenzione speciale alla guerra in Iraq non può far dimenticare tutti gli altri conflitti ed in particolare la tragedia della Terra Santa, nella convinzione che senza la soluzione del conflitto israelo-palestinese non è possibile costruire una pace stabile in tutto il Medio Oriente.

Con l’occasione sono state rinnovate anche le convenzioni sui beni culturali di interesse storico e religioso, appartenenti a istituzioni ecclesiastiche, e sull’assistenza religiosa negli ospedali pubblici della Toscana. (Inform)


Vai a: