* INFORM *

INFORM - N. 61 - 28 marzo 2003

Inizia il 31 marzo la Conferenza dei direttori degli Istituti Italiani di Cultura nel mondo

ROMA - Il Ministro degli Affari Esteri Franco Frattini aprirà lunedì 31 marzo alle ore 9, alla Farnesina, la Conferenza dei direttori degli Istituti italiani di cultura nel mondo. Il Ministro illustrerà agli 88 direttori presenti e ai rappresentanti di istituzioni pubbliche e private le linee programmatiche della politica di promozione della cultura italiana all’estero, anche con riferimento al disegno di legge di riforma degli Istituti in corso di elaborazione. Saranno altresì presenti il Vice Ministro alle Attività Produttive Adolfo Urso ed il Sottosegretario agli Affari Esteri Mario Baccini. Alla chiusura dei lavori, il 2 aprile, interverranno il Ministro per i Beni culturali ed ambientali Giuliano Urbani e il Ministro per gli Italiani nel mondo Mirko Tremaglia.

La riunione dei Direttori degli Istituti fa seguito a un ciclo di riflessioni e incontri promossi dalla Farnesina con gli Ambasciatori, i Consoli e gli Addetti Scientifici italiani nel mondo e rientra in un articolato programma di promozione dell’identità italiana e dell’immagine del nostro Paese all’estero, in armonia con il nuovo piano di comunicazione del Ministero degli Esteri. L’utilizzo efficace dei mezzi di comunicazione come televisione e internet e una maggiore integrazione tra cultura ed economia, cui lo stesso mondo imprenditoriale guarda con particolare favore, sono elementi determinanti per il raggiungimento di questi obiettivi.

La Conferenza si inquadra in un contesto particolarmente favorevole alla diffusione della lingua italiana e, in generale, alle attività culturali del nostro paese. Nel 2002 si sono tenute nel mondo circa duemila manifestazioni organizzate dagli istituti italiani di cultura, tra cui la seconda "Settimana della lingua italiana nel mondo", mentre più di tremila sono programmate per l’anno in corso soprattutto nell’ambito del semestre di presidenza italiana dell’Unione europea.

La Conferenza si articolerà in tre giornate di lavoro. Sono previste cinque sessioni, dedicate rispettivamente all’immagine dell’Italia (moderatore Michele Mirabella); alla rete estera: Istituti italiani di cultura e Dante Alighieri (moderatore Francesco Aloisi de Larderel); ai nuovi media e alla promozione culturale (moderatore Giuseppe De Rita); alla promozione della cultura italiana all’estero, autonomie locali e mercato (moderatore Gianfranco Imperatori); alla lingua italiana e all’identità dell’Italia all’estero (moderatore Francesco Sabatini).

Sono previsti dibattiti, interventi e tavole rotonde con interventi di esponenti della politica, della cultura e del mondo imprenditoriale. Alla prima tavola rotonda, sull’immagine dell’Italia, in programma per lunedì 31 mattina, parteciperanno tra gli altri Ferdinando Adornato, Omar Calabrese, Lucio Caracciolo, Alain Elkann, Ernesto Galli della Loggia, Marcello Veneziani.

In un ideale percorso che si snoda nelle sale attigue a quella della Conferenza sarà presentata una rassegna del "Made in Italy", con l’esposizione di prodotti che testimoniano l’eccellenza raggiunta dall’Italia in diversi settori: dalla cultura al cinema, dalla Ferrari campione del mondo alle Lamborghini, dalla tecnologia all’arte a oggetti e abiti di stilisti e artigiani italiani. Saranno esposti anche alcuni prodotti di carattere formativo che costituiscono utili strumenti per la promozione dell’immagine italiana e la conoscenza della lingua italiana nel mondo. Proiezioni, cataloghi, esposizioni di volumi, illustreranno poi le manifestazioni più rappresentative organizzate dagli Istituti italiani di cultura. (Inform)


Vai a: