* INFORM *

INFORM - N. 59 - 26 marzo 2003

Tremaglia ha ricevuto il Ministro brasiliano Miguel Rossetto che lo invita in Brasile a nome del Presidente Lula

ROMA - Mirko Tremaglia, Ministro per gli Italiani nel mondo, ha ricevuto il Ministro per lo sviluppo agricolo del Brasile Miguel Rossetto, in visita in Italia per partecipare al 44° Annual Meeting del Board of Governors della Banca Interamericana de Desarollo (Bid) svoltosi a Milano. Tremaglia ha innanzitutto sottolineato l’importanza dell’incontro anche in considerazione dei 25 milioni di cittadini di origine italiana che vivono in Brasile. "Per questo, chi riscuote consenso popolare - ha affermato il Ministro - è da me molto apprezzato". Ha quindi ricordato il messaggio di congratulazioni inviato al Presidente Lula subito dopo la sua elezione.

Tremaglia si è soffermato sulla "componente sociale del Brasile" sottolineando la grande rilevanza che, come politico, ha sempre riservato a questo aspetto. ha poi ricordato le sue visite in Brasile, le grandi opere che gli italiani hanno realizzato in ogni parte del Paese ed ha illustrato al collega brasiliano le finalità del dicastero da lui presieduto: "Questo Ministero - ha affermato Tremaglia – è un fatto eccezionale, perché deve occuparsi di 4 milioni di italiani e 60 milioni di oriundi. E tra i nostri referenti, ci sono anche i 351 parlamentari di origine italiana; i nostri legami sono totali, assoluti".

Rivolto al Ministro Rossetto, Tremaglia ha auspicato importanti accordi sul piano economico tra i due Paesi, mentre ha ribadito la necessità di creare un canale di cooperazione tra Italia, Spagna e Sud America che rappresenti un "ponte" tra l’Europa e l’America Latina.

Tremaglia, dopo aver ripercorso le più significative tappe del Ministero, ha annunciato che, tra i prossimi impegni, grande rilevanza riserva alla visita in Brasile.

Da parte sua, Miguel Soldatelli Rossetto ha innanzitutto ringraziato Tremaglia per l’incontro cui riserva grande importanza proprio per la consistente presenza italiana in Brasile. "Le parla - ha voluto sottolineare - un brasiliano di origine veneta da parte di padre e lombarda da parte di madre". Il Ministro ha poi evidenziato il processo di recupero delle radici italiane da parte della popolazione che non equivale affatto a diseguaglianza sociale, bensì a uno stimolo di aggregazione. Inoltre, a conferma dell’importanza che la nostra presenza ha avuto nel processo di sviluppo del Brasile, ha ricordato i festeggiamenti per i 125 anni di emigrazione italiana che hanno coinvolto tutto il Paese.

In riferimento agli accordi, alla rinnovata collaborazione con l’Italia, Rossetto ha voluto sottolineare l’interesse del Brasile nel voler continuare il dialogo con il Ministero degli Italiani nel mondo. A conclusione dell’incontro, ha esteso ufficialmente, a nome del Presidente Lula, l’invito al Ministro Tremaglia a recarsi in Brasile. (Inform)


Vai a: