* INFORM *

INFORM - N. 57 - 24 marzo 2003

Attacco all’Iraq - Bucchino ai colleghi del CGIE: "prendiamo posizione"

TORONTO – "In un momento così grave che minaccia la pace nel mondo e che rischia fortemente di dare vita a logiche di pensiero che privilegiano il potere e la forza, a discapito della vera giustizia e della tutela dei diritti di civiltà, di libertà e di autodeterminazione - scrive Gino Bucchino, vice segretario del CGIE per i paesi anglofoni, ai suoi colleghi del Consiglio Generale - invito tutti voi a intraprendere ovunque iniziative che offrano ai nostri connazionali all’estero riferimenti di certezza sulle scelte dei Comites e dei membri del CGIE a favore della Pace.

"Quali rappresentanti istituzionali degli italiani all’estero - prosegue Bucchino - non possiamo esimerci dall’assumere anche attraverso la approvazione di idonei documenti precise posizioni di opposizione alla guerra che è stata scatenata dagli Stati Uniti nel più assoluto disprezzo della principi di libertà e di convivenza dei popoli, in assenza dell’approvazione dell’ONU e contro la volontà espressa dalla stragrande maggioranza delle persone libere di tutto il mondo. (Inform)


Vai a: