* INFORM *

INFORM - N. 56 - 21 marzo 2003

Ricerca in Trentino: i progetti di tre nuovi centri approvati dalla Provincia autonoma

TRENTO - Porta la firma dell'assessore Mauro Leveghi la delibera con la quale la Giunta provinciale di Trento ha approvato nella seduta di venerdì 21 marzo tre progetti di ricerca che hanno come finalità l'apertura di nuovi centri in Trentino.

Si tratta del Centro "Create Net" presentato dall'omonima associazione tra ITC e Università degli studi di Trento che darà vita alla creazione di un centro per la ricerca e la sperimentazione delle telecomunicazioni per le comunità in rete. Il centro è diretto dal prof. Imrich Chlamtac che si è trasferito a Trento proveniente dall'Università di Dallas in Texas.

Il secondo Centro, denominato "Safe Crop", è stato presentato dall'Istituto agrario di San Michele all'Adige in collaborazione con altri importanti istituti stranieri (tra cui Israele). L'obiettivo è la ricerca e lo sviluppo di sistemi per la protezione delle piante a basso impatto sull'ambiente e sulla salute del consumatore. Il centro sarà diretto dal prof. Cesare Gessler del Politecnico di Zurigo.

La terza iniziativa - sempre a cura dell'Istituto agrario di San Michele all'Adige - è realizzata in collaborazione con il Max Planck-Institut für Züchtungsforschung di Colonia. Si tratta dello "Studio molecolare della Biodiversità in Trentino: da speci modello ad applicazioni all'ecologia ed all'agricoltura" (in sigla CSBT) in merito al quale è previsto il finanziamento di una fase sperimentale di due anni finalizzato all'apertura di un centro. Il progetto sarà costantemente monitorato a partire già dalla fase iniziale.

Tutti e tre i progetti - che hanno durata triennale e saranno finanziati dalla Provincia con un impegno pari a 12.886,973,00 euro - sono stati scelti dopo un attento esame delle undici proposte pervenute ed analizzate dal Comitato di indirizzo e valutazione della ricerca. (Giampaolo Pedrotti-Inform)


Vai a: