* INFORM *

INFORM - N. 50 - 13 marzo 2003

MCL: sulla riforma Moratti giudizio sostanzialmente positivo ma restano alcune perplessità

ROMA - Il responsabile dell’Ufficio Scuola della Presidenza nazionale del Movimento Cristiano Lavoratori (MCL), Piergiorgio Sciacqua, a proposito della riforma scolastica del Ministro Moratti, ha dichiarato: "Con il voto del Senato diventa legge dello Stato la riforma Moratti che andrà ad incidere profondamente sulla scuola italiana e il MCL esprime una valutazione positiva. Bisogna tuttavia rilevare che questa riforma ci sembra sia stata ‘poco seguita’ nel Paese e il dibattito sulle sue varie articolazioni sia stato un po’ troppo riservato agli ‘addetti ai lavori’. Inoltre, è mancata quell’ampia ‘mediazione parlamentare’ che l’importanza della materia avrebbe richiesto.

Riteniamo sostanzialmente buone – ha proseguito Sciacqua - le nuove articolazioni che riguardano il settore professionale, anche se non possiamo non esprimere le nostre perplessità sulle ‘varie anticipazioni’ cui sono sottoposti gli alunni nella scuola primaria, scuola che mantiene comunque un alto livello di eccellenza. Resta molto forte invece la preoccupazione per le risorse finanziarie che dovranno essere reperite: insieme alla riduzione degli organici questo potrebbe davvero rappresentare il tallone d’Achille dell’intera riforma, e mettere in dubbio il vero processo di autonomia scolastica, processo che noi auspichiamo avvenga nel rispetto delle pari opportunità in tutto il Paese e, soprattutto, avendo cura che siano potenziate le strutture anche nel loro livello qualitativo e di sicurezza.

Il rafforzamento della funzione docente dovrà poi essere ridisegnato insieme alla riforma degli organi collegiali, e il MCL auspica che il Governo sappia trovare i modi per valorizzare al meglio gli insegnanti e, al tempo stesso, per riportare il sistema della scuola pubblica italiana al centro di un processo di formazione che dovrà costituire il vero pilastro dell’educazione alla nuova cittadinanza". (Inform)


Vai a: