* INFORM *

INFORM - N. 48 - 11 marzo 2003

L'Italia a Kenosha (Wisconsin): la comunità interessata all’insegnamento della nostra lingua nelle scuole locali

CHICAGO - WisItalia, l'ente gestore dei corsi di lingua italiana in Wisconsin, prepara l’introduzione dei primi corsi d'Italiano nelle scuole secondarie di Kenosha. Per richiamare l'attenzione della locale collettività di origine italiana, ha organizzato la locale edizione della Mostra Fotografica itinerante sulla trasvolata atlantica di Francesco De Pinedo, in collaborazione con la University of Wisconsin - Parkside. Presente il console generale d'Italia a Chicago, Enrico Granara.

Va rilevato che oltre un quarto dei 100.000 abitanti di Kenosha vanta un'ascendenza italiana. Nella città più meridionale del Wisconsin, posta sul Lago Michigan a 100 km a nord di Chicago, vive circa la metà dei 1.300 cittadini italiani residenti in tutto lo Stato.

Da moltissimi anni esiste un accordo di gemellaggio tra Kenosha e Cosenza, indicativo del fatto che nella zona l'origine regionale prevalente rimane quella calabrese. Le associazioni italo-americane più attive sono la Italian American Society of Kenosha, fondata nel 1923 e l'Organizzazione Calabresi in America, operante dalla sua sede a Casa Italia (Stone Park, Illinois). Anche su impulso dato dalla Regione Calabria, quest'ultima associazione si propone di unificare le attività sociali calabresi in tutto il Midwest americano.

In quest'ultimo biennio ad intensificare le attività su Kenosha è soprattutto WisItalia. Su iniziativa congiunta di WisItalia, della Greenbush Foundation di Madison e dell'Università del Wisconsin, l’l'8 marzo - come sopra accennato - ha avuto luogo un incontro tra alcune decine di esponenti della comunità di origine italiana e il console generale d'Italia a Chicago, Enrico Granara. All'incontro erano presenti anche i consiglieri del Comites Renato Turano e Giorgio Argondizzo, nonché il corrispondente consolare da Kenosha, Giorgio Franceschini.

L’occasione è stata data appunto dall'inaugurazione della mostra fotografica sulla trasvolata atlantica compiuta nel 1927 da Francesco de Pinedo, l'incontro è servito ad avviare un dialogo con la collettività di origine italiana sul tema dell'insegnamento dell'Italiano nelle scuole elementari e medie, anche alla luce della prossima reintroduzione della nostra lingua in due scuole secondarie di Kenosha: la Mary Bradford e la Tremper High School. Secondo il portavoce di WisItalia, Al Rolandi, si prevedono oltre 120 iscrizioni già dal primo anno. In questo contesto, si fa strada un accordo con gli esponenti italo-americani di Kenosha sull'opportunità di inserire i corsi di lingua italiana nelle scuole locali fin dai primi anni del ciclo scolastico.

La presenza italiana nell'area di Kenosha non è soltanto legata ai vecchi insediamenti migratori: nella vicina Racine operano gli stabilimenti della Case New Holland (CNH, gruppo FIAT), colosso mondiale nel settore delle macchine agricole e da costruzione, il cui quartier generale è situato nella vicina Lake Forest, Illinois. (Inform)


Vai a: