* INFORM *

INFORM - N. 45 - 6 marzo 2003

La Regione Siciliana e l’emergenza Argentina. Stancanelli annuncia: "due milioni di euro per gli emigrati indigenti e un fondo di rotazione per le imprese dei corregionali"

PALERMO - "Ho presentato un emendamento alla Finanziaria del 2003 che prevede uno stanziamento di 2 milioni di euro per gli emigrati siciliani in Argentina indigenti, e lavorerò per istituire un fondo di rotazione per finanziare l’acquisto di macchinari da parte delle piccole e medie imprese di proprietà di emigrati siciliani, per favorirne la ripresa produttiva". L’Assessore al Lavoro e all’emigrazione della Regione Siciliana, Raffaele Stancanelli, ha annunciato le prossime iniziative in favore degli emigrati siciliani in Argentina, nel corso di una conferenza stampa svoltasi il 5 marzo a Palazzo d’Orleans, sede della Presidenza della Regione.

Stancanelli ha colto l’occasione per tracciare un bilancio della sua recente missione in Argentina (1-12 febbraio 2003), dove ha insediato una task force composta da tre funzionari dell’Assessorato Lavoro, incaricata di acquisire le istanze degli emigrati che intendono beneficiare del contributo stanziato dalla regione con la finanziaria del 2002. "Abbiamo già raccolto più di 1.400 richieste d’aiuto solo a Buenos Aires. Con i 2 milioni di euro disponibili contiamo di aiutare almeno 5 o 6 mila famiglie siciliane in un momento di gravissima crisi. Con 500 euro possiamo garantire la sopravvivenza di una famiglia per almeno 6 mesi". Le istanze potranno esser presentate alla task force regionale fino al 31 marzo. "Ad aprile - annuncia Stancanelli - cominceremo ad erogare i contributi attraverso il consolato di Buenos Aires".

Anche il Presidente della Regione on. Cuffaro, è intervenuto alla conferenza stampa, sostenendo che "gli aiuti finanziari della Regione sono importantissimi, ma vogliamo fare di più. Occorre creare la possibilità di aiutare chi, con un minimo di risorse, può contribuire a rimettere in moto l’economia dell’Argentina". Per l’istituzione del fondo di rotazione a sostegno delle imprese degli emigrati siciliani sarà predisposto un apposito disegno di legge. (Inform)

DOCUMENTAZIONE

Regione Siciliana - Assessorato Lavoro ed Emigrazione

Circolare n. 4 del 4.3.2003. "Sussidio ai sensi dell’art. 113 Legge Regionale n.2 del 2002, modificato dall’art. 17 della Legge Regionale n.9 del 2002 e dll’art. 45 della Legge Regionale n.23 del 2002. "Emergenza Argentina". Circolare n.1 del 29 Gennaio 2003 (Chiarimenti).

Nel comunicare che presso ‘Casa Sicilia’ sede di Buenos Aires - Bartolomeo Mitre 948 - (tel. 0054.11.4342.6047/6373/6046) è già in corso la raccolta e l’istruzione delle istanze di cui alla Circolare n.1 del 29 gennaio 2003, si ravvisa l’opportunità di fornire alcuni chiarimenti circa l’interpretazione della stessa:

ETA’ - Nel caso in cui le disponibilità finanziarie siano insufficienti a soddisfare integralmente le istanze pervenute si procederà all’erogazione dei sussidi dando priorità alla anzianità anagrafica. A tal fine il requisito del 70° anno di età dovrà essere posseduto al momento della presentazione della istanza.

PRESENTAZIONE DELLE ISTANZE - La priorità accordata dal punto 2) della Circolare n.1 del 2002, a chi abbia presentato l’istanza prima, deve essere intesa come priorità nella liquidazione del sussidio e non come priorità nel diritto a percepire lo stesso.

CARICO FAMILIARE - Potrà essere presentata una sola istanza per nucleo familiare. Al fine della determinazione del sussidio verranno considerati anche i familiari degli indigenti non in possesso della cittadinanza italiana purché a carico del richiedente.

Si sottolinea che nel caso di nuclei familiari verrà considerato il reddito percepito nel 2002 da tutti gli appartenenti allo stesso.

VERIFICA DEI REQUISITI - Al fine di semplificare le operazioni di verifica dei requisiti si ravvisa l’opportunità che alle istanze vengano allegati, oltre la copia del documento, tutti quegli atti che possano attestare lo stato di indigenza quali: ricevute della pensione argentina e/o italiana, certificati medici, certificati sulle rendite catastali degli immobili posseduti, bollette luce, acqua, telefono e gas, nonché ogni altro atto utile ad attestare lo stato di indigenza, ciò per consentire a questa Amministrazione di operare in linea alle procedure adottate dalle Istituzioni Italiane all’estero nella concessione di sussidi e nella erogazione di provvidenze.

Le operazioni di verifica dei requisiti sfrutteranno ogni elemento utile già in possesso dell’Autorità italiane in Argentina.

La presente circolare sarà pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale della Regione Siciliana e sul sito internet dell’Assessorato all’indirizzo: regione.sicilia.it/lavoro.

L’Assessore (On. Avv. Raffaele Stancanelli)


Vai a: