* INFORM *

INFORM - N. 41 - 28 febbraio 2003

Pittella (Ds) a Cosenza sulla cittadinanza europea

COSENZA - Parlando agli studenti e al corpo docente del Liceo Scientifico Sforza di Cosenza, l’eurodeputato dei DS Gianni Pittella ha rilanciato il tema della cittadinanza europea.

Secondo Pittella, la Costituzione Europea che si sta predisponendo dovrà suggellare il principio della cittadinanza europea che si affianca alla cittadinanza nazionale e che consenta a tutti i cittadini dell’Unione un identico godimento dei diritti e un’identica osservanza dei doveri.

A parere di Pittella occorrerà spingersi oltre. E’ necessario che anche a coloro che vivono legalmente in uno degli Stati membri dell’Unione da almeno cinque anni sia riconosciuta la cittadinanza europea e concessa la carta d’identità o passaporto valido in tutto il territorio dell’Unione. Si tratterebbe di una scelta coraggiosa e lungimirante che spazzerebbe via in un solo colpo le incrostazioni xenofobe che continuano a circolare e le barriere assurde che taluni Governi mantengono e frappongono in una comunità oramai multietnica e multirazziale.

Siamo un popolo di migranti - ha sostenuto Pittella - che deve trovare spinte sempre più forti all’integrazione e alla solidarietà e che deve saper esportare nel mondo il sentimento di concordia, di rispetto e di pace che ha saputo preservare in 50 anni nel suo territorio. Come l’Euro ha rafforzato il sentirsi europei, così il principio costituzionalizzato della cittadinanza comune in Europa, ci aiuterà a sentirci più miti e più forti per poter affrontare con maggiore consapevolezza e fiducia le sfide di un tempo difficile. (Inform)


Vai a: