* INFORM *

INFORM - N. 37 - 24 febbraio 2003

Progetti telematici e nuova legge regionale in primo piano tra le attività della Consulta dell’emigrazione dell’Emilia Romagna per il 2003

BOLOGNA - "Continuano le tradizionali iniziative della Consulta regionale dell’emigrazione dell’Emilia Romagna, con particolare riguardo a quelle utili per coinvolgere i giovani discendenti di emiliano-romagnoli all´estero, ma senza trascurare i rapporti con le generazioni più anziane". Lo ha affermato il presidente Ivo Cremonini. "Tra le attività di maggiore rilievo: gli stage di giovani emiliano-romagnoli residenti all’estero presso aziende del nostro territorio interessate ad esperienze di partnership o joint-venture, gli assegni di studio per i master presso le Università di Bologna e di Parma, gli scambi culturali per i giovani residenti in Europa e i soggiorni in Riviera per gli anziani".

Ma il 2003 porta anche delle novità. Innanzitutto, la "formazione a distanza attraverso gli strumenti telematici: un primo progetto sperimentale di campus virtuale curato dall´ICON (Italian culture on the net) per un corso di laurea annuale a distanza in lingua e cultura italiana, e un altro progetto di corsi di primo livello o destinati agli operatori, curati dalla CIID (Cooperativa insegnanti di iniziativa democratica)". La necessità, poi, di "dotarsi di forti canali comunicativi per mantenere vivi i rapporti con le nostre comunità all’estero e favorire l’informazione di ritorno", impegna la Consulta nella "realizzazione di un vasto programma telematico che comprende il sito web ReportER dedicato ai giovani, il nuovo portale www.emilianoromagnolinelmondo.it e la dotazione informatica delle associazioni". Ora tocca a queste ultime, ha detto Cremonini, "impegnarsi per valorizzare questo portale che consente una comunicazione diretta con la Regione". Particolare attenzione, poi, si presterà alla crisi argentina, "grazie alla legge regionale 28/2002 che prevede interventi straordinari a favore delle nostre comunità". Infine, "la nuova legge regionale sull’emigrazione che, presumibilmente, vedrà la luce nel 2003". (Inform)


Vai a: