* INFORM *

INFORM - N. 37 - 24 febbraio 2003

La Rai non autorizza Rai International a chiedere la concessione della licenza di trasmissione diretta in Canada?

Rapanà (Comites Montreal) invita Baldassarre a rivedere il suo orientamento

MONTREAL - Ci sono molti e seri motivi per credere che sia vera la notizia secondo la quale il Presidente della RAI Antonio Baldassarre abbia rinviato l誕dozione della delibera di autorizzazione a Rai International di presentare alla CRTC (autorità canadese) la richiesta di concessione della licenza di trasmissione diretta in Canada.

Tale decisione è del tutto incomprensibile in quanto lo stesso Consiglio di amministrazione sembrava positivamente orientato ad autorizzare Rai International a risolvere finalmente il caso Canada.

Delle due l置na. O il Presidente Baldassarre ignora la lunga battaglia della comunità italiana e la stessa normativa canadese, che non consente di ottenere una licenza di trasmissione diretta 24 ore e, allo stesso tempo conservare il tormentato rapporto con TLN. Oppure, ancora una volta, altri interessi hanno prevalso sul diritto all段nformazione dell段ntera comunità italiana e sulla specifica richiesta dei 38.000 connazionali che hanno sottoscritto una petizione in tal senso. In ogni caso, la comunità italiana che, ha differenza del Presidente Baldassarre, ha capito che l置nica via per risolvere, definitivamente e una volta per tutte, la situatione di Rai International in Canada, passa attraverso la risoluzione del rapporto con TLN, così come indicato da Massimo Magliaro.

Questa decisione, di fatto, tradisce le attese della comunità italiana in Canada, il lavoro di anni delle sue rappresentanze istituzionali (Comites, CGIE) e le stesse promesse fatte pubblicamente il 21 luglio dello scorso anno dal Ministro per gli Italiani nel Mondo, on. Mirko Tremaglia, in occasione della sua visita in Canada.

Il Comites di Montreal invita il presidente Antonio Baldassarre a rivedere il suo orientamento e a seguire le raccomandazioni di Massimo Magliaro, a cui rinnoviamo la nostra stima e la nostra fiducia, e permetta a RAI International di presentare finalmente la domanda all但uthority canadese.

La comunità italiana, quella che ha il diritto di voto e quindi quello all段nformazione, è disposta ad affrontare anche un periodo di "buio", purché di risolva, una buona volta per tutte, la questione della Rai in Canada. Le Autorità politiche canadesi si sono espresse a favore della richiesta della comunità italiana ed attendono la presentazione della domanda alla CRTC per poter manifestare concretamente il loro appoggio, perché il presidente Baldassarre non vuole capire? (Giovanni Rapanà, Presidente del Comites di Montreal)

Inform


Vai a: