* INFORM *

INFORM - N. 31 - 14 febbraio 2003

Seicento i partecipanti al Convegno di Castelgandolfo sulle migrazioni

ROMA - Segnano ormai il tutto esaurito le strutture recettive riservate al grande appuntamento migratorio e missionario del 25-28 febbraio a Castelgandolfo. L’impegno dimostrato da quasi tutte le regioni nella fase del pre-convegno e della riflessione su una serie di quesiti attinenti al tema fondamentale del convegno ed ai quali hanno cercato di dare risposta, lascia prevedere che lo stesso spirito costruttivo, di apporto personale e collettivo caratterizzerà anche il prossimo incontro. Del resto l’impostazione del convegno mira a favorire questa partecipazione attiva, in particolare le liturgie, i lavori di gruppo e la loro sintesi che sarà letta in assemblea come la sintesi dei lavori regionali.

Partecipazione attiva soprattutto nella grande celebrazione che il giovedì pomeriggio, 27 febbraio, farà incontrare a S. Giovanni in Laterano i convegnisti con le decine di comunità cattoliche di immigrati presenti in Roma. Non è esagerato dire che poche volte la "Cattedrale del Papa", Mater et Caput omnium ecclesiarum, nei tanti secoli di storia ha vissuto un momento di unità e di cattolicità, di autentico universalismo come quello che si celebrerà a fine mese. Momento di particolare densità non soltanto emotiva ma di fede schietta sarà una speciale litania dei santi, con la quale si invocheranno i protettori e i campioni della fede nei tanti Paesi rappresentati dagli immigrati presenti; altro momento toccante sarà la professione di fede rinnovata dai presenti assieme ai neofiti e catecumeni, che sulle strade del loro esodo più o meno forzato hanno incontrato Cristo. Né sarà di scarsa rilevanza la consegna all’ingresso, nella Basilica, a tutti i partecipanti della corona del Rosario "missionaria", a più colori, benedetta qualche giorno prima dal Papa; per lui sarà elevata al termine della messa, con la corona tra le mani alzate l’Ave Maria in tutte le lingue, con l’esplicita intenzione che alla sua tenace campagna per la pace non rimanga sordo il cielo. (Migranti press/Inform)

Vai a: