* INFORM *

INFORM - N. 28 - 11 febbraio 2003

Crisi Argentina, confronto a Buenos Aires tra la Regione Emilia-Romagna e i corregionali

BOLOGNA - Con la missione in Argentina del responsabile del servizio Relazioni internazionali della Regione Emilia-Romagna, Marco Capodaglio, e della funzionaria Katia Guizzardi, responsabile delle iniziative rivolte all’emigrazione, sono stati definiti i programmi regionali d’intervento a favore delle comunità emiliano-romagnole colpite, come tutto il Paese, dalla grave crisi economica e sociale. In un ampio confronto a Buenos Aires con i consultori argentini e i presidenti delle associazioni di emiliano-romagnoli, la delegazione regionale ha preso atto della necessità di proseguire anche nel 2003 con gli interventi di carattere umanitario e assistenziale (come la distribuzione di pasti e generi di prima necessità) già avviati l’anno scorso, ma di puntare anche a realizzare iniziative di sviluppo con progetti di sostegno alle micro e piccole imprese locali.

Nell’incontro le associazioni hanno unanimemente sollecitato una pronta attivazione, da parte del governo italiano, del fondo interregionale per l’emergenza argentina. Utile è stato pure il confronto con i rappresentanti di organizzazioni non governative italiane che operano in Argentina e con l´ICE. La delegazione è stata inoltre ricevuta dall’Ambasciatore d’Italia a Buenos Aires Roberto Nigido. I risultati di questi contatti saranno portati all’attenzione del presidente della Regione Vasco Errani che esattamente un anno fa ha visitato l’Argentina per prendere atto della grave situazione in cui versa la nostra comunità e pianificare i relativi interventi. La Regione Emilia-Romagna ha già assegnato 136 mila euro per il fondo interregionale di solidarietà, così come concordato tra il Ministero per gli Italiani nel mondo e la Conferenza dei presidenti delle Regioni italiane. (Inform)


Vai a: