* INFORM *

INFORM - N. 27 - 10 febbraio 2003

Costituzione europea senza "valori religiosi"? Una dichiarazione di Dino De Poli presidente della Fondazione Cassamarca e dell’Unaie

TREVISO - Nei sedici articoli, divisi in tre capitoli sulla "definizione e gli obiettivi dell’Unione", i "diritti fondamentali" e "le competenze dell’Unione", del progetto di Costituzione europea presentato a Bruxelles da Valéry Giscard d’Estaing ai membri della Convenzione di cui è presidente, non compare neppure una parola sui valori religiosi della futura Europa né un riferimento a Dio.

"Ho appreso dalla stampa - ha dichiarato a tale riguardo il Presidente della Fondazione Cassamarca on. avv. Dino De Poli - che nel progetto della Costituzione per l’Europa non si fa alcun accenno a Dio come essere superiore e alle radici cristiane dell’Europa, mentre ci si limita a indicazioni astratte di principi tutti condivisibili"

"Come presidente dell’UNAIE, Unione Nazionale delle Associazioni dell’Immigrazione e dell’Emigrazione - ha aggiunto De Poli - esprimo l’auspicio che si trovi il modo di inserire nella Convenzione questi richiami, che sono tuttora linfa importante per la vita dell’Europa". (Inform)


Vai a: