* INFORM *

INFORM - N. 24 - 5 febbraio 2003

"Quella terra è la mia terra. Istria: memoria di un esodo"

PADOVA - In occasione del secondo ciclo di incontri dedicati ai "Libri della Memoria", organizzato dall'Assessorato alla Cultura del Comune di Padova, Annalisa Bruni presenta il volume di Regina Cimmino "Quella terra è la mia terra Istria: memoria di un esodo" (edizioni Il Prato, Padova) in cui sono descritte le tragiche vicende degli italiani che furono costretti a lasciare lŽIstria e la Dalmazia allŽindomani della firma del trattato di Parigi. LŽautrice, usando la tecnica del monologo evocativo, narra lŽesperienza personale vissuta da bambina e da ragazza assieme alla sua famiglia, riuscendo a catturare fin dalle prime pagine lŽinteresse dei lettori con il suo stile asciutto e preciso.

Nelle pagine di Regina Cimmino l'Istria diventa "il luogo che non cŽè più e insieme è sempre vivo e presente, il paese dellŽanima per ogni italiano - per ogni italiano che abbia cuore da intendere", come scrive Paolo Barbaro nell'introduzione. Avvenimenti drammatici e dolorosi si fondono nella corso della narrazione con la semplicità e la dolcezza degli eventi quotidiani, senza nostalgia e senza malinconie , rendendo il racconto ancora più forte e incisivo. Regina Cimmino è nata a Pola, da padre napoletano e madre istriana , vive e lavora tra Mestre e Venezia, dal 1947, anno dell’esodo. EŽ stata corrispondente del settimanale "LŽArena di Pola". La partecipazione al laboratorio di Scrittura Creativa del Circolo "Walter Tobagi" di Mestre ha rafforzato in lei la passione per la narrazione. (Inform)


Vai a: