* INFORM *

INFORM - N. 24 - 5 febbraio 2003

Legge sull’immigrazione: in Germania si ricomincia da capo

BERLINO - Lo scorso 18 dicembre la nuova legge sull’immigrazione realizzata dal governo tedesco e approvata nei primi mesi del 2002 è stata dichiarata nulla dalla Corte costituzionale di Karlsruhe per motivi procedurali e non di contenuto. Per questo motivo essa non è entrata in vigore, come previsto, il 1° gennaio 2003.

La proposta di legge dovrà ora ripercorrere il consueto iter parlamentare per poter arrivare ad un’approvazione definitiva. È molto probabile che l’attuale testo risulterà alla fine modificato. Il governo, infatti, dovrà accogliere almeno in parte le richieste avanzate dall’opposizione perché non dispone della maggioranza necessaria nel Bundesrat, dove sono rappresentati i Länder. Proprio da qui ricomincerà il cammino del disegno di legge che verrà esaminato in un’apposita commissione incaricata di trovare un compromesso tra maggioranza ed opposizione. Il Ministro degli interni prevede di raggiungere un accordo entro l’estate.

Le richieste di modifica del disegno di legge da parte della CDU/CSU riguardano l’introduzione di maggiori restrizioni nella regolamentazione dell’immigrazione per lavoro e nell’accoglienza dei profughi per motivi umanitari. Anche il capitolo che riguarda l’integrazione degli stranieri non soddisfa pienamente l’opposizione. (Luisa Deponti-CSERPE/Inform)


Vai a: