* INFORM *

INFORM - N. 24 - 5 febbraio 2003

Colloquio alla Farnesina tra il Ministro Frattini e il collega ibico Shalgam. Espresso l’auspicio che ai profughi dalla Libia sia consentito il rientro

ROMA - Il Ministro degli Affari Esteri Franco Frattini ha ricevuto il 5 febbraio alla Farnesina il Ministro degli Esteri libico, Abdurrahman Mohamed Shalgam, con il quale ha passato in rassegna i principali temi di interesse comune e le questioni internazionali di maggiore attualità.

Sulla crisi irachena il Ministro Frattini ha ribadito l’importanza della posizione comune europea, che persegue nel quadro delle Nazioni Unite il disarmo dell’Iraq e una attiva cooperazione irachena con gli ispettori. In merito alla situazione mediorientale i Ministri hanno concordato sulla necessità di rinnovare gli sforzi per giungere a una ripresa della via negoziale: il Ministro Frattini ha sottolineato il ruolo del "quartetto" (UE, USA, Russia e ONU) e del percorso previsto ("road map") per favorire la ricerca di una soluzione del conflitto.

Sul piano bilaterale i Ministri hanno auspicato la sollecita attuazione degli impegni, assunti in occasione della visita a Tripoli del Presidente Berlusconi nell’ottobre scorso, per il rilancio della cooperazione tra i due paesi. Sono state in particolare ricordate le iniziative nel campo delle infrastrutture stradali e in tema di recupero di crediti insoluti da parte di aziende italiane in Libia. I Ministri hanno esaminato la collaborazione nella lotta contro l’immigrazione clandestina, per la quale da parte italiana si sta sollecitando anche l’impegno dell’Unione europea a sostegno dei programmi libici volti a contrastare il fenomeno.

Il Ministro Frattini ha infine evocato le aspettative dei cittadini italiani espulsi dalla Libia nei decenni scorsi, esprimendo il forte auspicio che le autorità di Tripoli consentano quanto prima a coloro che lo desiderano di tornare in Libia. (Inform)


Vai a: