* INFORM *

INFORM - N. 23 - 4 febbraio 2003

Urso a New York l’11 febbraio per "Fashion Italian Style"

ROMA - Il Vice Ministro per le Attività Produttive con delega al Commercio estero, on. Adolfo Urso, inaugurerà la mostra Fashion Italian Style che si apre a New York il prossimo 11 febbraio presso il Museo del Fashion Institute of Technology (FIT) e rimarrà aperta fino al 12 aprile.

L’iniziativa è una delle più prestigiose previste per il 2003 dal progetto Italia - Life in I Style, promossa dal Ministero delle Attività Produttive e dall’ICE in collaborazione con le Associazioni di categoria che compongono il Tavolo della Moda. Sarà la più grande esposizione mai realizzata in un museo di New York dalla famosa "The Italian Metamorphosis 1943-1968" realizzata al Guggenheim nel 1994. La nuova esposizione, finanziata per 300 mila euro, è curata da Valerie Steele, direttrice del Fashion Institute of Techology di New York e docente tra i più rinomati nel mondo di storia del costume.

Una parte rilevante della mostra sarà dedicata ai tessuti: i visitatori potranno seguire il processo di produzione tessile e vedere come il tessuto viene interpretato nell’abito dello stilista. Verrà riservata un’intera galleria agli accessori e proposta una retrospettiva storica con rarità e pezzi d’eccezione. La mostra sarà illustrata da un catalogo pubblicato dalla Yale University Press.

Urso, sottolineando l’importanza dell’iniziativa, ha ricordato il forte impegno del governo nei confronti del settore. "L’esecutivo - ha detto - ha predisposto un pacchetto a sostegno del settore moda tessile, abbigliamento e calzature. In merito agli incentivi è ben noto come ci si debba muovere nell’angusta griglia della compatibilità comunitaria senza infrangere la rigida soglia degli ‘aiuti di Stato’ potenzialmente distorsivi del mercato. In tale contesto, il nostro Ministero, utilizzando il cosiddetto quick response, ha disposto l’erogazione di agevolazioni (nel limite del de minimis) per investimenti nelle tecnologie telematiche ed informatiche, per un ammontare di circa 54 milioni di euro. Sono inoltre in via di definizione un bando telematico per ‘reti virtuali di distretti industriali a sostegno della filiera produttiva del tessile-abbigliamento e del mercato tessile’ per altri 36 milioni e il Regolamento per l’attuazione dell’art. 49 della Legge 448 per contributi ai nuovi stilisti di 2,5 milioni". (Inform)


Vai a: