* INFORM *

INFORM - N. 18 - 28 gennaio 2003

Da "Pagine", Venezuela

Un personal computer anche per i giovani italiani all’estero? "Lettera al Cgie" di Vitaliano Vita

PORLAMAR - Abbiamo appreso con piacere che il Ministro dell'Innovazione tecnologica, Lucio Stanca, ha disposto un fondo di 92 milioni di euro per la somministrazione di un bonus destinato ai giovani che, compiuto il sedicesimo anno di età, manifestano il desiderio di acquistare un personal computer per praticare la navigazione in Internet. Un modo efficace per diminuire lo svantaggio informatico con gli altri paesi, ma anche favorire la ricerca, lo studio, la formazione e per aiutare quanti non dispongono dei mezzi necessari per acquistare un Pc.

E' veramente un'ottima iniziativa che dovrebbe essere estesa anche ai connazionali all'estero. Una iniziativa che contribuirà alla diminuzione della disoccupazione ed a creare nuove classi di microimprenditori, specialmente tra le nostre comunità con economia a rischio. Perciò sollecitiamo il Cgie perché si faccia promotore dell'estensione del provvedimento a tutti gli italiani ovunque risiedano, considerato che quelli all'estero, dai dati in nostro possesso, dovrebbero essere un numero contenuto. In via subordinata si chiede, qualora nuovamente risultasse che i cittadini italiani all'estero non sono titolari dei benefici contenuti nelle leggi italiane, che a questi vengano destinati i fondi che non risulteranno utilizzati dai 540.000 aventi diritto. Si ringrazia, cordialmente . (Vitaliano Vita*)

* CGIE Venezuela, Comites Caracas

Inform


Vai a: