* INFORM *

INFORM - N. 15 - 23 gennaio 2003

Alla Toscana il premio mondiale del National Geographic

FIRENZE - "Una regione che aiuta lo sviluppo di un turismo intelligente, equilibrato e rispettoso dell'ambiente, un esempio, il migliore al mondo, di turismo storico-culturale. Queste le motivazioni con cui la Toscana si è aggiudicata un prestigioso riconoscimento a livello mondiale: il World Legacy Awards, frutto di una collaborazione fra la rivista National Geographic e la fondazione americana Conservation International. Il premio è, una volta tanto, non un atto dovuto verso una regione la cui fama è da tempo consolidata a livello mondiale, ma una attenta lettura di quanto di nuovo si sta muovendo nel settore e, credo di poter dire, di quanto anche la Regione, insieme agli enti locali, agli operatori e alle imprese, sta facendo per qualificare il turismo toscano". Così l'assessore al turismo Susanna Cenni commenta l'assegnazione del "2002 Legacy Award", avvenuta a Washington, presso la sede della rivista National Geographic. I premi sono andati ai migliori esempi di equilibrio fra la conservazione della natura, la salvaguardia dei siti storici, la responsabilità sociale e il commercio. Insieme alla Toscana hanno ricevuto l'Oscar del turismo la riserva naturale di Rivonia in Sudafrica e l'isola tropicale di Koh Yao Noi, in Thailandia.

"Quella che si accompagna all'assegnazione del premio al tour operator iglese che se l'è aggiudicato con il suo programma, è una motivazione puntuale e particolarmente lusinghiera per la Toscana - prosegue Susanna Cenni - proprio perché coglie un aspetto che ispira da tempo le nostre politiche: l'idea, cioè, di un turismo sostenibile, compatibile con uno sviluppo equilibrato della nostra regione, di un turismo, soprattuto, all'insegna della qualità e alla ricerca di un legame sempre più stretto con la cultura, le tradizioni, i prodotti agroalimentari e dell'artigianato che ciascun territorio produce". (bc-Inform)


Vai a: