* INFORM *

INFORM - N. 15 - 23 gennaio 2003

Sul voto all'estero una nota dall'editore del settimanale "Lo Specchio", Canada

Gli effetti perversi della campagna elettorale

TORONTO - Da quando è cominciata quella che ormai è "la" campagna elettorale . scrive Sergio Tagliavini, editore del settimanale "Lo Specchio" - sono cambiati i rapporti nella nostra comunità: mentre prima la politica italiana e le differenze ideologiche erano argomento di discussione pacata e non incrinante del rapporto comunitario, oggi quelle differenze sono diventate punto di divisione che influenza e non di poco iniziative e decisioni che sono discusse in un’ottica politica anziché, come prima, nel solo interesse della comunità.

Inoltre sono anche da considerare atteggiamenti e dichiarazioni di alcuni rappresentanti di partiti italiani che la nostra comunità, ormai abituata a un modo diverso di fare politica, difficilmente accetta: gli insulti, le battute di bassa lega ottengono l’effetto contrario in una comunità abituata a un dibattito nel quale si rispettano quanti sono di opinione opposta.

Si corre il rischio - conclude Tagliavini - di allontanare quella già striminzita collettività disposta a votare e, ancor più grave, di dare ragione a quanti di campagne elettorali in Canada non ne vogliono sentir parlare. (Inform)


Vai a: