* INFORM *

INFORM - N. 14 - 22 gennaio 2003

SOS Argentina, un aiuto concreto: prosegue la campagna di solidarietà della Regione Veneto

VENEZIA - SOS Argentina: dal Veneto, un aiuto concreto. Con questo messaggio è partita da metà dicembre la campagna di aiuti - in generi di prima necessità, medicinali e fondi - promossa dalla Regione Veneto e dalla Confederazione Giovanile dei Veneti nel Mondo - a favore dei veneti e degli italiani che vivono nel paese sudamericano nel quale perdura una drammatica crisi economica e sociale.

L'iniziativa di solidarietà è stata presentata anche a Rovigo, nella Sala del Consiglio Provinciale, dagli assessori regionali ai flussi migratori Raffaele Zanon ed alla cooperazione internazionale, Isi Coppola. Erano presenti, inoltre, l'assessore provinciale Lino Pietro Callegarin, Beatrice Cecchinato, vicepresidente della Confederazione Giovanile dei Veneti nel Mondo, Anna Maria Colombani, Commissario della Croce Rossa Italiana nel Veneto e rappresentanti della Caritas, dell'Associazione Industriali, dell'Unione Agricoltori, dell'Unicef, dell'Associazione Polesani nel Mondo e dell'Ater.

I contributi possono essere indirizzati al conto corrente 23752, ABI 08000 - CAB 03200, presso ICCREA Banca, via Torino 186 00184 Roma. Zanon ha informato che anche i Comuni del Veneto, su precisa sollecitazione della Regione, hanno iniziato una gara di solidarietà a favore dei nostri connazionali in Argentina e si sono mobilitati per versare contributi finanziari specifici e approvare un ordine del giorno di sensibilizzazione sul problema.

"La Giunta veneta - ha affermato Zanon - di fronte alla particolare e drammatica situazione che sta vivendo l'Argentina, in considerazione anche della consistenza numerica di Veneti in quel Paese, nell’ambito del proprio Programma di iniziative per i Veneti nel Mondo per l’anno 2002, ha previsto un intervento straordinario per il trasporto e la distribuzione, tramite i Patronati italiani locali, gli ospedali italiani, le associazioni dell’emigrazione veneta, la Caritas, di generi di prima necessità e di medicinali che saranno messi a disposizione da enti e istituzioni locali e nazionali".

L'assessore regionale alla cooperazione internazionale, Isi Coppola, dopo aver ricordato come il Piano di interventi di solidarietà della Regione sia concentrato sull'America Latina, sul Corno d'Africa e sui Paesi dell'est europeo, ha sottolineato come "il Veneto sia la più attiva tra le Regioni italiane nella solidarietà verso i veneti e gli italiani che vivono in Argentina; grazie al Veneto sono già arrivati all'Ospedale di Cordoba medicinali per oltre 150.000 euro".

Zanon ha informato che sarà la Confederazione Giovanile dei Veneti nel Mondo ad essere titolare della campagna di raccolta e dell'invio dei generi previsti. Concorrono nella raccolta di aiuti moltissimi enti pubblici e privati tra la Croce Rossa Italiana, l’Unicef, l’A.N.C.I., l’U.R.P.V., l’Union Camere, l’A.G.E.A., il Comitato delle Associazioni Venete dell' Argentina, l’A.T.E.R, l’A.C.R.I.B., i Magazzini Generali di Padova. E' stato inoltre ricordato che specifiche disponibilità finanziarie sono già state messe a disposizione dalla Fondazione Cassamarca, dalla Federazione Regionale del Credito Cooperativo, dall’A.P.S., dalla Federazione Industriali, dalla Confederazione Italiana Agricoltori, dalla Zanussi. Le operazioni di raccolta dei generi di prima necessità e dei medicinali presso le aziende fornitrici saranno organizzate dai soci della Confederazione che si occuperà anche dello stoccaggio, dell’imballaggio, della predisposizione della documentazione e dell’invio.

La campagna di sensibilizzazione per la raccolta di fondi, di beni di prima necessità e di medicinali, si concluderà a metà febbraio 2003 con l’invio di container in Argentina. All’opera di sensibilizzazione ha partecipato anche Rai International che il 1° gennaio scorso ha effettuato un collegamento televisivo sull’iniziativa visto nei 33 paesi del mondo dove è diffusa l’emigrazione italiana. La campagna prevede la distribuzione del materiale informativo, depliants e locandine, in tutto il Veneto, il coinvolgimento delle principali testate giornalistiche e la trasmissione di spot televisivi e radiofonici nelle principali emittenti televisive e radiofoniche. (Inform)


Vai a: