* INFORM *

INFORM - N. 6 - 10 gennaio 2003

Delegazione dei Ds presente a Porto Alegre per il Forum Sociale Mondiale. Raccolti già oltre 100 mila euro per i bambini argentini

ROMA - L’on. Marina Sereni, responsabile nazionale per la politica estera dei Ds, insieme ai vice responsabili Nicola Manca e Donato Di Santo saranno a Porto Alegre per il Forum Sociale Mondiale. Un nutrito gruppo di senatori e deputati Ds prenderà parte, oltre che al FSM, al Foro dei Parlamentari. Tra questi Maria Chiara Acciarini e Nuccio Iovene, Valerio Calzolaio, Elena Cordoni, Famiano Crucianelli, Pietro Folena, Giovanna Grignaffini, Roberta Pinotti, Fabrizio Vigni, Katia Zanotti. Parteciperanno inoltre al Forum di Porto Alegre diversi iscritti dell’Autonomia Tematica Altrimondi tra cui due dei membri dell’Esecutivo nazionale dell’associazione, Alfredo Somoza e Mario Schina.

"L’appuntamento di Porto Alegre - ha sottolineato l’on. Sereni - sarà anche quest’anno denso di incontri, seminari, conferenze, manifestazioni. Cercheremo di seguire quante più iniziative è possibile, privilegiando alcuni temi prioritari: l’iniziativa per la pace in Medio Oriente e contro la guerra in Irak, la cooperazione allo sviluppo, il ruolo dell’Europa nel mondo e le relazioni tra Europa e America Latina. Con la vittoria di Lula in Brasile si è aperta una grande speranza per tutto il continente latino-americano e noi pensiamo che l’Europa - ed in particolare la sinistra europea - debba saper corrispondere alle domande di apertura, collaborazione, riequilibrio negli assetti mondiali che da questa area del mondo ci vengono".

Al termine del Forum Sociale Mondiale Marina Sereni e Donato di Santo proseguiranno il viaggio per una breve visita in Argentina dove si incontreranno con esponenti delle forze politiche e sociali della sinistra. In questa stessa occasione inoltre si terranno incontri volti a dare l’avvio operativo alla campagna dei Democratici di Sinistra "Niños - manda un buono pasto ai bambini argentini" che in circa un mese ha portato alla raccolta di oltre 100 mila euro. (Inform)


Vai a: