* INFORM *

INFORM - N. 6 - 10 gennaio 2003

Il Presidente della Provincia autonoma di Trento Dellai sul vertice con Frattini: "Il Trentino è pronto a giocare la sua partita internazionale"

TRENTO - Il Presidente della Provincia autonoma di Trento, Lorenzo Dellai, ha partecipato a Roma, insieme ai Presidenti delle Regioni italiane, al vertice voluto dal Ministro degli Esteri Franco Frattini per impostare un nuovo dialogo per quel che riguarda lo sviluppo del "Sistema Italia" e, in particolare per discutere degli "impegni esteri" delle Regioni anche in vista del semestre che vedrà l'Italia alla guida dell'Europa. Summit dunque particolarmente importante per la Provincia autonoma di Trento, da tempo impegnata su più fronti internazionali: basti pensare all'Euregio, al lavoro portato avanti a Bruxelles, ai vari rapporti bilaterali e al lavoro portato avanti in seno ad Arge Alp, la comunità di lavoro delle regioni dell'arco alpino.

Dellai ha apprezzato lo spirito e l'atteggiamento che hanno accompagnato l'organizzazione del vertice di oggi: "Mi pare - ha detto - che tutto ciò dimostri alto livello di consapevolezza rispetto al ruolo importante che le Regioni e le Province autonome possono avere in ambito internazionale. E' un atteggiamento in linea con la riforma del titolo V della Costituzione. Mi auguro che tutti lavorino in questa direzione". A proposito di un prossimo incontro ad hoc sul semestre italiano, Dellai ha rilevato che si registrano spesso difficoltà di rapporti con la Commissione europea per quello che attiene il ruolo ad esempio con le Province autonome e con lo Stato. Non sempre - ha osservato - abbiamo le informazioni necessarie. Il tema e il ruolo delle Regioni e delle Province autonome è importante, così come il tema della promozione delle minoranze linguistiche: su questo punto della Convenzione ci vuole un confronto urgente.

Il Presidente della Provincia autonoma di Trento ha quindi detto di condividere quanto si dice a proposito della "mission" che deve avere ogni realtà regionale: "La nostra è quella di far crescere i rapporti Nord Sud, in particolare sull'asse del Brennero. Ci aspettiamo in tal senso che si ratifichi al più presto l'accordo italoaustriaco, consentendoci di sperimentare forme avanzate di collaborazione. Noi, fra l'altro, abbiamo proposto proprio in queste settimane la costituzione di un Autorithy sull'asse del corridoio del Brennero".

Infine, Dellai ha ribadito che, per il disegno di legge d'attuazione del Titolo V, considera indispensabile correggere ciò che si dice a proposito dell'attività internazionale delle Regioni. Sulla cooperazione allo sviluppo, soprattutto a fronte dei drammi che stanno sconvolgendo il mondo, il Trentino auspica una revisione delle normativa, affinché il nostro Paese - dando risposte immediate ad emergenze drammatiche - possa rilanciare fortemente questa politica: mettere l'uomo al centro può e deve essere un'altra grande svolta culturale. E le Regioni possono essere partner di rilievo in questo senso. (Inform)


Vai a: