* INFORM *

INFORM - N. 4 - 8 gennaio 2003

L’esportazione del modello veneto di impresa

L’Assessore Zanon presenta a Padova il corso di formazione destinato a giovani latinoamericani d'origine veneta

PADOVA - Giovani latinoamericani di origine veneta a scuola sul modo in cui il Veneto fa impresa per poter "esportare" il modello veneto della piccola e media impresa nei loro paesi. Questo è il senso del corso di formazione professionale che l'Associazione Veneti nel Mondo ha organizzato e che è stato presentato l’8 gennaio a Padova, presso la sede della Provincia, dall'Assessore regionale ai flussi migratori Raffaele Zanon.

Il corso è destinato a dieci giovani emigrati veneti o a loro discendenti, di età compresa tra i 18 e i 35 anni, sei uomini e quattro donne, uno proveniente dall'Argentina, cinque dal Brasile, due dal Cile, uno dall'Uruguay e uno dal Venezuela; la maggior parte di loro è in possesso di laurea ma ci sono anche lavoratori dipendenti e piccoli imprenditori.

L'iniziativa punta a far conoscere la struttura e l'organizzazione della piccola e media impresa veneta allo scopo di verificare la possibilità di un suo sviluppo nell'America latina. "Anche con quest'iniziativa specifica di formazione professionale - ha detto Zanon - la Regione convalida il percorso d'azione politico e istituzionale che è stato scelto in questi anni, quello cioè di verificare se è possibile esportare il 'modello veneto' costituito da esperienze originali e produttive nel settore imprenditoriale, sanitario e sociale, universitario, nei paesi dove è radicata la presenza dell'emigrazione d'origine veneta per rafforzare il collegamento con la terra d'origine.

In questo modo il Veneto lancia la propria sfida alla globalizzazione, valorizzando un processo di riscoperta dell'identità e della cultura d'origine, all'interno di una forte capacità di competizione". La finalità del corso è quella di qualificare la figura professionale dell'operatore di commercio internazionale attraverso l'insegnamento di materie attinenti la struttura e l'organizzazione della piccola e media impresa venete.

In questo modo si consente a questi giovani discendenti di emigrati veneti di acquisire le nozioni necessarie per approfondire la gestione dei rapporti di partnership commerciali tra imprese italiane e estere, in particolare dell'America latina. In particolare il corso mira a far cogliere le opportunità economiche e commerciali tra Veneto e America Latina; ad effettuare analisi socio-economiche dell'area e proporre progetti e piani di sviluppo delle attività imprenditoriali; ad attivare iniziative di scambio commerciali tra imprese commerciali dei paesi dove vivono i corsisti e il Veneto; a conoscere e applicare le normative riguardanti l'attivazione di iniziative economiche e commerciali.

Il corso terminerà il 7 febbraio prossimo; sono previste 120 ore di lezione teorica e brevi stages pratici presso aziende venete, istituzioni ed enti locali. L'iniziativa è prevista dal programma di interventi regionali per i Veneti nel mondo del 2002. Zanon ha poi ricordato la recente approvazione, da parte del Consiglio regionale, della nuova legge regionale che prevede norme a favore dei veneti nel mondo e agevolazioni per il loro rientro ed inserimento nel territorio regionale, segnalando la rilevanza della dotazione finanziaria "che passa - ha ricordato l'assessore - dai circa 2 miliardi di vecchie lire previsti dalla precedente normativa a 4,5 milioni di euro per la nuova legge". (Inform)


Vai a: