* INFORM *

INFORM - N. 3 - 7 gennaio 2003

Polemica continua sull’elezione nel CGIE dei sostituti di Antonio Macrì

Zuccarello (CGIE USA): Marina Piazzi su dimetta per consentire l’elezione di un rappresentante dell’Argentina

LOS ANGELES - Il colpo di mano perpetrato dalla sinistra del CGIE nell'elezione di Marina Piazzi- rappresentante del Messico (Nord America) in sostituzione di un membro dell'Argentina, venuto a mancare, continua a suscitare indignazione non solo da parte dei Consiglieri più avveduti del CGIE, ma anche da parte dei COMITES e delle Comunità italiane nei vari Paesi, che seguono, tramite le agenzie di stampa, l'evolversi di questo episodio vergognoso.

Va notato che in questa polemica tacciono gli autori Pittella e Lombardi e forse Franco Narducci, consci di averla fatta una di troppo e speranzosi che con il silenzio si assopiscano le idignazioni e tutto passi nel dimenticatoio.

Ma non sarà così. L'arroganza di stile stalinista della sinistra sarà oggetto di polemica nella campagna elettorale per i COMITES e anche per le elezioni politiche la cui data si avvicina rapidamente.

Vedo che alcuni colleghi si dilungano in ragionamenti sviluppando temi che mirano a dare una certa razionalità a ciò che è avvenuto. Il fatto che l'Argentina abbia presentato due candidati non giustifica l'episodio. Anche per la sostituzione di un Consigliere al CdP degli Stati Uniti sono stati presentati due candidati. Penso che sia inutile cercare una razionalità ad una prepotenza. Conosco bene entrambi i Paesi ove mi reco, quasi mensilmente, per il mio lavoro da oltre 15 anni. Oltre alla collocazione geografica: il Messico è Nord America e l'Argentina Sud America, la differenza etnica, culturale, economica fra i due Paesi è abissale. Forse vi è più collegamento fra Messico e California che non con l'Argentina. Nella sola Los Angeles il 40% della popolazione è di origine messicana e la seconda lingua ufficiale è lo spagnolo. Per non parlare del Texas, Arizona e New Mexico, Florida ecc. Non appare logico da nessun punto di vista che una persona del Messico sostituisca una dell'Argentina. E' una umiliazione per gli italo argentini che la sinistra ha voluto dare il cui ricordo verrà tenuto vivo. Pittella e Lombardi: non verrà dimenticato. Tutto questo crea una situazione di conflittualità all'interno del CGIE che ne compromette i lavori sino al termine della legislatura.

Come ho accennato in un mio precedente scritto, non conosco la Marina Piazzi : non ho mai parlato con lei, non ho mai letto qualcosa di lei. Mi dicono, tuttavia, che, a parte la colorazione, è una persona di buon senso che ora si sarà resa conto di essere stata strumentalizzata e sacrificata per il colpo di mano. Si sarà resa conto che una larga parte dei consiglieri del CGIE non la gradisce. A questo punto chiedo alla Marina di avere una impennata di orgoglio dimettendosi dall'incarico e consentendo lo svolgersi di una nuova elezione che veda candidati i consiglieri dell'Argentina in quanto la sostituzione riguarda uno di loro. (Giovanni Zuccarello)

Centofanti (CGIE USA): d’accordo con Zuccarello

FILADELFIA - Sono perfettamente d’accordo col Dr. Zuccarello e come dichiarai appena rientrato in sede è stato un atto fazioso, prepotente e un insulto al CGIE non aver rispettato il principio del mantenimento dell'equilibrio tra le aree geografiche che aveva avuto un precedente allorché si è dovuto procedere alla sostituzione di un membro degli USA.

La grossa delusione in questa triste circostanza è l'atteggiamento del Segretario Generale Franco Narducci che dimenticando di rappresentare tutto il CGIE ha partecipato invece alla riunione in cui si è presa quella decisione faziosa contro l'Argentina. Io credo che l'unica cosa che possa aiutare a risolvere questa crisi siano le dimissioni della Signora Marina Piazzi. (Enzo Centofanti)

La contro-controreplica di Ferretti a Cario

Caro Cario,

come tutti i megalomani, non hai il senso dell'umorismo. Ecco perché ti è venuta così male la risposta. Io confesso di non aver capito granché del tuo sproloquio, se non che: a) ti diverte il fatto che io mi chiami Ferretti e ne ricavi lo spunto per giochi di parole, invero squallidini alquanto; b) ti stona che io talora faccia "sfoggio di compagnie galanti di "giunonica stazza", anziché accompagnarmi a dei rapisardi come fai tu.

Per quanto mi sforzi, non riesco assolutamente a spiegarmi la storia della "brillantina e scarpe di vernice nera". A chi e cosa ti riferisci? Io non ho mai posseduto scarpe di vernice nera (non perché ci sarebbe qualcosa di male). I miei capelli sono naturalmente bianchi (d'altronde ho 57 anni) . Ah, dimenticavo: i tempi saranno anche cambiati come, da buon socialista, affermi tu. Però io mi tengo le mie perversioni antiche: oltre che preferire la compagnia delle belle donne, mi piace essere onesto.

Mi dispiace davvero che tu te la sia presa perché mi sono rifiutato di "raccomandare" i tuoi amichetti. Beh, finiamola qua. Rispondi solo ad una precisa domanda: Se Frizzera era un candidato inadeguato perché ha preso solo 20 voti, quanti voti hai preso tu? Per la risposta ti è concesso farti aiutare da qualche rapisardo. Stammi bene e informami quando ti candiderai a Papa.... (Gian Luigi Ferretti, Portaborse bucolico)

Inform


Vai a: