* INFORM *

INFORM - N. 244 - 19 dicembre 2002

Gli auguri del Corpo Diplomatico al Capo dello Stato

Ciampi: "L'Italia vuole una comunità internazionale basata su principi e su regole condivisi, applicati, rispettati"

ROMA - Si è svolta al Palazzo del Quirinale la cerimonia di presentazione degli auguri da parte del Corpo Diplomatico al Presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi. Nel suo discorso il Presidente Ciampi ha tra l'altro detto che "l'Italia vuole una comunità internazionale basata su principi e su regole condivisi, applicati, rispettati... L'Italia crede nella capacità del sistema delle Nazioni Unite - attraverso l'azione dei propri organi, in particolare del Consiglio di Sicurezza - di far rispettare i principi della Carta. Sono la fonte di legittimità degli interventi per il mantenimento della pace e della sicurezza internazionale. Ne siamo noi, Stati membri, i veri responsabili.

"Dobbiamo rinnovare la scelta fatta con la Carta dell'ONU - ha proseguito Ciampi -. Questo significa costruire un ordine internazionale fondato: sul riconoscimento di quei valori e diritti universali, che abbiamo elevato al di sopra delle nostre diversità di cultura, di fede e d'interessi; sull'impegno a far rispettare le legislazioni e le regole internazionali che abbiamo promosso. Quest'ordine dev'essere credibile. Lo può essere solo se vengono esercitate la responsabilità di far fronte alle minacce alla sicurezza, al degrado ambientale, alla criminalità; la capacità di risolvere le crisi; la volontà di sollevare oltre un quarto dell'umanità da condizioni di vita e di povertà inaccettabili.

Le regole sono rispettate - ha concluso il Capo dello Stato - solo se nascono da valori fondamentali comuni e se sono sorrette da un consenso convinto sulle finalità da raggiungere. Tre priorità dominano l'orizzonte internazionale: la sicurezza dei cittadini; le condizioni di vita di intere popolazioni; lo stato del pianeta". (Inform)


Vai a: