* INFORM *

INFORM - N. 241 - 16 dicembre 2002

Lisbona - "Viaggio nella moda italiana" promosso dall’Istituto italiano di Cultura

LISBONA - Aderendo alla proposta di promuovere nel mondo il Design e la Moda italiana formulata per il 2002 dalla Commissione Nazionale per la Promozione della Cultura del Ministero degli Affari Esteri, l’Istituto Italiano di Cultura di Lisbona ha realizzato lo scorso 12 dicembre una grande sfilata di moda denominata "Viaggio nella moda italiana", con l’obiettivo di illustrare l’evoluzione di questo importante settore dagli anni ’30 ai giorni nostri. L’iniziativa, resa possibile dalla fattiva collaborazione di diversi Assessorati del Comune di Lisbona e dal contributo di importanti aziende quali l’agenzia portoghese di modelle Taxi Models, la Fiat-Lancia, la Luxottica, la Negrini, Bata, e la grande catena portoghese di stabilimenti di bellezza Lucía Piloto, è stata ideata e coordinata dallo Studio M.A.G. di Roma guidato da Maria Giovanna Ascenzi.

Una splendida cornice all’evento l’ha fornita il Comune di Lisbona ospitandola presso un grande salone all’interno della centralissima Serra Tropicale che il personale dell’Istituto di Cultura ha saputo convertire per l’occasione in una struttura funzionale e di grande impatto visivo. Dopo un suggestivo percorso di un centinaio di metri all’interno della Serra, illuminato da torce, il pubblico accedeva al salone venendo a trovarsi inizialmente in un vero e proprio salone-auto in cui la Fiat-Lancia presentava alcuni dei suoi più recenti modelli di vetture, di oggettistica di design e una mostra fotografica. L’accompagnamento musicale in diretta del Maestro Donato Rivieccio introduceva gli invitati nella parte di salone adibito a vero e proprio centro di sfilata in cui erano stati predisposti 350 posti, interamente occupati da un pubblico rigidamente selezionato e costituito principalmente da autorità ed esponenti di rilievo della società locale , operatori di settore, membri del corpo diplomatico, esponenti della comunità italiana residente, giornalisti, invitati degli sponsors, ecc.

Piú di cento abiti di alta moda, forniti dagli stilisti Valentino, Anton Giulio Grande, Renato Balestra, Gai Mattiolo, Egon Von Furstenberg, Alviero Martini, Albertina, Franco Tomei, Gattinoni e Grace Pear, alcuni dei quali ideati per grandi personalità dello spettacolo, hanno illustrato l’evoluzione della moda italiana dagli anni ’30 ai giorni nostri accompagnati da musiche d’epoca a da una voce recitante che illustrava l’intero percorso storico con le diverse tappe che lo hanno contraddistinto.

La bellezza della cornice ambientale e il taglio storico-culturale della sfilata è stato molto apprezzato dal pubblico che ha mostrato anche di gradire l’elegante opuscolo illustrativo dell’iniziativa che ospitava un testo tratto dagli scritti della nota storica della moda Prof.ssa Sofia Gnoli.

Al termine della sfilata è ripreso l’accompagnamento musicale in diretta del Maestro Rivieccio che ha rallegrato con le più note canzoni italiane della seconda metà del secolo appena concluso un rinfresco costituito da tipici prodotti dell’alimentazione italiana forniti dalla Ditta Negrini. Panettone e spumante hanno augurato Felici Feste a tutti gli intervenuti. (Inform)


Vai a: