* INFORM *

INFORM - N. 235 - 6 dicembre 2002

Alla "Dante Alighieri" la presentazione del Comitato per la promozione del Consiglio superiore della lingua italiana

ROMA - Il prossimo 12 dicembre, alle ore 16,30, avrà luogo in Palazzo Firenze a Roma, Sede Centrale della Società Dante Alighieri, la conferenza stampa di presentazione del Comitato per la promozione del Consiglio Superiore della Lingua Italiana, proposto con il disegno di legge n. 933 del 21 dicembre 2001, che sarà tra breve all’esame del Parlamento.

Parteciperanno in qualità di relatori l’Ambasciatore Bruno Bottai, Presidente della "Dante Alighieri", che aprirà la seduta, il Senatore Andrea Pastore (Introduzione al disegno di legge: "Istituzione del Consiglio Superiore della Lingua Italiana"), Presidente della Prima Commissione Affari Costituzionali e degli Affari della Presidenza del Consiglio, promotore del ddl, il prof. Lucio D’Arcangelo ("La tutela della lingua: commento al disegno di legge per l’istituzione del Consiglio Superiore della Lingua Italiana"), Coordinatore tecnico-scientifico del progetto, il prof. Maurizio Dardano ("Lingua nazionale e dialetti") e la prof.ssa Barbara Turchetta (Lingua nazionale e lingue straniere").

Saranno presenti: il prof. Ignazio Baldelli, Vicepresidente dell’Accademia dei Lincei, il prof. Fabio Roversi Monaco, Amministratore Delegato dell’Istituto della Enciclopedia Italiana Treccani, il prof. Francesco Sabatini, Presidente dell’Accademia della Crusca, il prof. Antonio Baldassarre, Presidente della RAI, il dott. Pierluigi Magnaschi, Direttore dell’ANSA, l’ing. Andrea Paoloni, della Fondazione "Ugo Bordoni", il prof. Pietro Trifone, Rettore dell’Università per Stranieri di Siena, il prof. Luca Serianni, dell’Università "La Sapienza", il prof. Antonio Sorella, dell’Università "G. D’Annunzio", il prof. Walter Belardi, Professore emerito dell’Università "La Sapienza", il prof. Marco Mancini, Rettore dell’Università della Tuscia, il prof. Paolo Ramat, dell’Università di Pavia, gli scrittori Alberto Arbasino, Vicepresidente della "Dante Alighieri", e Raffaele La Capria.

Nel corso della conferenza stampa sarà trattato il problema della tutela della lingua, che nel nostro Paese trova opposizioni preconcette e ingiustificate, e verranno esposte le ragioni che rendono indifferibile la costituzione di un Consiglio Superiore della Lingua, già proposto nel 1983 da uno dei maggiori rappresentanti della linguistica italiana del Novecento, Giacomo Devoto, e più volte auspicato dall’ex-Presidente dell’Accademia della Crusca, Giovanni Nencioni.

L’italiano è una delle otto lingue più studiate nel mondo, ma l’apprezzamento di cui gode all’estero deve essere sostenuto e rafforzato da una politica linguistica adeguata, specie in un momento come quello attuale caratterizzato da un vero e proprio "assalto" alla nostra lingua, in cui rientrano anche le battaglie per parificarla ai dialetti. Alla luce della riforma dell’art. 12 della Costituzione ed alla vigilia di importanti decisioni dell’Unione Europea relative alla parità linguistica diventa ineludibile rendere lo Stato corresponsabile delle sorti della lingua nazionale. (Inform)


Vai a: