* INFORM *

INFORM - N. 234 - 5 dicembre 2002

Tecnologia italiana nel mondo: nuovi contratti per la Cogis in Algeria

ALGERI - Nell'ambito della ristrutturazione e aggiornamento tecnologico del gruppo Saidal, il più grande complesso del Nord-Africa per la produzione di specialità farmaceutiche (compresse, sciroppi, pomate, supposte, soluzione antisettiche, ecc.), la Cogis Impianti Spa di Reggio Emilia ha firmato un nuovo contratto per migliorie tecnologiche e "messa a norma" degli stabilimenti di El Harrach, Gué de Constantine e Cherchell : oltre le prestazioni di tecnici italiani altamente specializzati, il contratto prevede la fornitura di macchinari, impianti e engineering.

Questa commessa si aggiunge a quella già realizzata nello stabilimento di El Harrach per la produzione in semi-automatico di 2.000 kg/giorno di pomate per uso farmaceutico partendo dalle materie prime fino al prodotto confezionato, nonché al rifacimento di un impianto obsoleto per la produzione di pomate. E' pure di questi giorni l'entrata in vigore di altro contratto acquisito con il gruppo privato algerino Prolipos nel settore dell'impiantistica agro-alimentare. Il gruppo Prolipos è uno dei maggiori nel campo della raffinazione e confezionamento di oli vegetali per uso alimentare.

La Cogis Impianti Spa fornirà ingegneria ed impiantistica (macchinari ed accessori) per il trattamento delle "parti saponose" insieme al gruppo Gianazza Technology di Legnano : tecnici italiani saranno impegnati nella delicata fase della messa in marcia dell'impianto.

Soddisfatto il Presidente del Comites di Algeri, Franco Santellocco, che vede così un rafforzamento della presenza italiana nella Riva Sud del Mediterraneo nel quadro dei rapporti politici e culturali qualificati "eccellenti" : l'imminente visita del Capo dello Stato Ciampi ad Algeri ne è buona testimonianza. (Inform)


Vai a: