* INFORM *

INFORM - N. 233 - 4 dicembre 2002

Dino Nardi (CGIE) nuovo coordinatore delle Associazioni toscane in Europa. Gualtiero Pratesi presidente onorario

FIRENZE - Dino Nardi è il nuovo coordinatore del Cedat, il coordinamento delle associazioni toscane in Europa. L’elezione è avvenuta nei giorni scorsi a Wolfsburg, in Germania, dove, alla presenza del vicepresidente vicario del Consiglio dei Toscani all’estero Lorenzo Murgia, si è tenuta l’assemblea plenaria dell’organismo.

Dino Nardi - attualmente membro del Comitato direttivo dei Toscani all’estero e presidente della Commissione Sicurezza e Tutela Sociale del CGIE - succede nell’incarico a un nome "storico" dell’associazionismo toscano, Gualtiero Pratesi, che continuerà ad offrire al Cedat il prezioso contributo della sua grande esperienza come presidente onorario. Gli organismi dirigenti sono stati completati con la nomina di due vice presidenti, Sergio Socci della Lucchesi nel mondo di Bruxelles, e Liviano Vannucci della Lucchesi nel mondo di Glasgow, e del tesoriere Vittorio Rabassini del Circolo toscano di Wolfsburg. Eletti anche - ed è una novità legata alla crescente attività del coordinamento e delle associazioni - due sindaci revisori: Bruno Centi dell’Associazione toscana di Zurigo e Claudio Lucchesi della Lucchesi nel mondo di Genk. Il coordinamento ha inoltre approvato alcune modifiche al proprio statuto. Tra le più significative, quella che prevede la partecipazione al direttivo del Cedat, come invitato permanente, del coordinatore dei giovani.

"L’associazionismo toscano in Europa esce più forte da Wolfsburg – è il commento di Lorenzo Murgia - Non solo possiamo contare su un gruppo dirigente forte e qualificato, ma le novità apportate allo statuto ci consegnano un coordinamento che sarà in grado di lavorare in modo più efficace e puntuale e con una sempre maggiore attenzione alle attività destinate alle nuove generazioni". (af-Inform)


Vai a: