* INFORM *

INFORM - N. 233 - 4 dicembre 2002

Al Consolato d’Italia di Bruxelles certificati on-line per i connazionali

Una novità riservata per ora ai correntisti della Banca Monte Paschi Belgio

BRUXELLES - Dopo la recente introduzione dei pagamenti con carte bancomat, il Consolato d’Italia a Bruxelles ha lanciato un nuovo servizio volto a facilitare i rapporti con il pubblico: la certificazione on-line. Dal 1° dicembre, infatti, si può richiedere e pagare un certificato via Internet e riceverlo per posta.

Ciò è possibile grazie alla collaborazione instaurata con la Banca Monte Paschi Belgio (BMPB), istituto di riferimento della collettività italiana in questo paese, anche perché unica banca italiana presente con una rete operativa. In considerazione della sostanziale coincidenza dei rispettivi "utenti", Consolato e BMPB hanno esplorato le vie di sfruttamento dell’interoperabilità dei propri servizi telematici, realizzando una concreta sinergia tra settore pubblico e settore privato finalizzata alla soddisfazione dei cittadini/clienti. Questa novità è riservata per ora ai soli correntisti della Banca Monte dei Paschi Belgio abbonati al sistema telematico "Paschiweb".

Ecco come funziona il nuovo servizio: tramite il sito Internet del Consolato o quello della BMPB (www.montepaschi.be) l’utente si collega alla banca in modalità "sicura" e di lì può accedere alla pagina dei certificati on-line. L’interessato sceglie il servizio richiesto e compila le relative schede. Terminata la compilazione dei moduli elettronici, può effettuare il pagamento direttamente dal suo personal computer con il tradizionale sistema di e-banking "Paschiweb". Il Consolato registra la richiesta e il relativo pagamento e, dopo i controlli di competenza, invia il certificato richiesto per posta ordinaria. In caso di impossibilità di rilascio del certificato (è evidente che possono essere rilasciati solo certificazioni relative a documentazione già agli atti del Consolato), l’importo pagato viene restituito e l’utente viene contattato al fine di effettuare i passi necessari a regolarizzare la propria posizione anagrafica.

Essendo il nuovo sistema ancora in fase di sperimentazione, sono attualmente disponibili via Internet solo le certificazioni di residenza, cittadinanza, legislazione in materia di matrimonio, stato di famiglia, avvenute pubblicazioni di matrimonio. A regime, però, l’offerta sarà ulteriormente allargata.

"Fermo restando che è garantito il funzionamento tradizionale dei servizi per coloro che non utilizzano Internet - ha commentato il Console Alessandro Motta alla presentazione del nuovo servizio - il fatto che al pubblico di Bruxelles, pur se limitatamente a coloro che sono clienti della BMPB, viene oggi data la possibilità di non dover perdere tempo per recarsi di persona in Consolato per richiedere un certificato, costituisce sicuramente un importante passo avanti verso la realizzazione di un’amministrazione più attenta alle esigenze dei cittadini". (Inform)


Vai a: