* INFORM *

INFORM - N. 231 - 2 dicembre 2002

Convegno celebrativo a Parma nel centenario della nascita di Fernando Santi

PARMA - Si è svolto il 30 novembre a Parma il convegno dedicato a Fernando Santi, sindacalista e deputato nazionale del PSI per quattro legislature, nella ricorrenza del centenario della sua nascita. Luigi Pallottini ex Presidente dellŽIstituto Nazionale "Fernando Santi" ha ricordato che tale istituzione è nata "per tenere vivo il suo insediamento democratico gradualista e riformista e per metterlo in pratica nel campo della emigrazione, immigrazione e di formazione professionale dei lavoratori". Pallottini inoltre ha ricordato la vita "di quel grande compagno, il suo impegno sindacale nelle lotte prefasciste e poi come Segretario generale aggiunto della CGIL, il suo impegno antifascista in Svizzera, nella Repubblica dellŽOssola, nell’insurrezione nel 1945, il suo ruolo di deputato socialista e di membro della Direzione del PSI ed i valori del pensiero di Santi, come spinta verso un centrosinistra con più riformismo, con maggiore unità dei lavoratori, anche nei sindacati".

Nel corso del dibattito, tra gli altri, è intervenuto il Vice Sindaco di Cefalù, avv. Roberto Corsello, il quale ha ricordato Fernando Santi "come sindacalista di altri tempi, che ha speso la sua vita al servizio dei semplici e quale padre dellŽunità sindacale italiana". Il Presidente dell’Istituto Siciliano "Fernando Santi" Luciano Luciani si è a lungo soffermato sullŽattualità del pensiero politico di Fernando Santi. "Il pensiero di Santi infatti - ha detto Luciani - si rivolgeva a un progetto comune aperto alle forze riformiste della sinistra e ai fermenti progressisti presenti nel mondo cattolico. Fernando Santi, assieme a Riccardo Lombardi, sviluppò allŽinterno della sinistra italiana la strategia e lŽiniziativa politica per avviare un confronto e un lavoro politico comune tra le forze riformatrici e il mondo cattolico".

"Fernando Santi fu, in definitiva, un antesignano dellŽalleanza e della strategia politica dellŽUlivo. Spetta ora alle forze politiche del centro-sinistra, coerentemente al pensiero politico di Fernando Santi - ha concluso Luciano Luciani - rilanciare lŽalleanza politica, senza pretese egemoniche tra le tre grandi correnti di pensiero post-comunista, socialista e cattolica, e determinare una proposta progettuale che nei suoi contenuti sia idonea a determinare una sintesi politica ed unŽalternativa democratica e socialista nel Paese, che si colleghi con le grandi socialdemocrazie europee e ricacci allŽopposizione le forze moderate che oggi governano lŽItalia". (Inform)


Vai a: