* INFORM *

INFORM - N. 230 - 30 novembre 2002

 

Costituita la Commissione Cattolica per le Migrazioni in Italia (CCMI). La nuova Associazione è presieduta da Gianni Tosini

ROMA - In collaborazione con la Fondazione Migrantes è stata fondata il 25 novembre a Roma la Commissione Cattolica per le Migrazioni in Italia (CCMI) su iniziativa dell’ICMC, la Commissione Cattolica Internazionale per le Migrazioni con sede a Ginevra, che ha festeggiato di recente i suoi 50 anni di attività. Tra le finalità della nuova Associazione, l’applicazione dei principi cristiani nelle politiche migratorie, con l’impegno di farle adottare anche nelle organizzazioni internazionali, governative e non, soprattutto per la salvaguardia dei diritti della famiglia.

La CCMI opera in collaborazione con la ICMC di Ginevra, con il Pontificio Consiglio della Pastorale per i Migranti e gli Itineranti e con le organizzazioni cattoliche internazionali impegnate a prevenire la migrazione forzata e aiutare migranti e rifugiati. Com’è noto, la ICMC di Ginevra è impegnata in progetti in collaborazione con le Nazioni Unite. Il suo Presidente, prof. Stefano Zamagni, ha sottolineato nella seduta inaugurale l’importanza del lavoro che la sezione italiana dovrà sviluppare. Durante i lavori della mattinata è stato approvato lo Statuto di associazione della Commissione Cattolica per le Migrazioni in Italia (CCMI), che opererà sul territorio nazionale e all’estero.

La nuova associazione annovera, nei propri organi statutari, membri religiosi e laici ed è presieduta da Gianni Tosini; sarà operativa da subito nella nuova sede in Via delle Zoccolette, 17 a Roma. Durante la riunione costitutiva è stato discusso e approvato un iniziale programma di lavoro. (Migranti press/Inform)


Vai a: